In tutta Europa i mercati alimentari tradizionali stanno avendo una notevole rinascita. Con la loro merce fresca stanno diventando anche più popolari di alcuni locali tipici: la verdura e la frutta fresca, il pesce e la carne attirano ogni giorno tantissimi visitatori in cerca di prodotti artigianali, piatti intriganti e sapori esotici provenienti da tutto il mondo. Qui sotto potrete trovare una selezione di cinque mercati, i più buoni e freschi di tutta Europa!

1. Borough Market, London

Borough Market, London

Borough Market, London

Situato sulla riva sud del Tamigi, il Borough Market è il più antico mercato alimentare di Londra, con origini risalenti al 1014 a.C.. Dopo essere stato chiuso dal Parlamento nel 1755, i determinati residenti locali hanno raccolto più di £ 6.000 per l’acquisto di un vecchio cimitero, luogo dove si trova il mercato oggi. A seguito di un significativo rinnovo negli anni ’90, il Borough Market è diventato uno dei mercati più popolari di Londra, qui gli amanti del cibo possono acquistare prodotti freschi, vini pregiati e prodotti artigianali come il cioccolato, i tartufi, i prosciutti, le spezie, il pane e i dolci. Si possono contrattare i prezzi, sarete conquistati totalmente dall’atmosfera vivace e con tantissime prelibatezze disponibili in oltre 100 bancarelle.

2. Markthalle IX, Berlin

Markthalle IX, Berlin

Markthalle IX, Berlin

Il mercato alimentare Markthalle IX è aperto nel quartiere Kreuzberg a Berlino sin dal 1891, operativo per quasi 100 anni, fino alla caduta del Muro nel 1989, quando il mercato ha iniziato ad avere un arichiesta sempre più bassa, così come accadde a molti altri mercati coperti della città. Dopo diversi tentativi falliti di riapertura, il Markthalle IX rivede finalmente la luce nel 2011 grazie ad un’iniziativa comunitaria, oggi è un punto fiorente di artigiani e coltivatori locali che vendono i loro prodotti. Il mercato è aperto tre giorni a settimana: il giovedì le corsie sono piene di stand gastronomici dove è possibile degustare piccoli morsi della cucina tedesca, italiana, messicana, asiatica e spagnola. Particolarmente gustosi sono i piatti affumicati, dolci fatti in casa, e le birre artigianali locali. Il venerdì e il sabato la sala è piena di venditori di prodotti regionali e oli delicati, marmellate e formaggi. Il mercato è sempre pieno di persone e accogliente, quindi prendetevi tutto il tempo che serve per assaporare i gusti provenienti da ogni angolo del mondo.

3. San Miguel Market, Madrid

San Miguel Market, Madrid

San Miguel Market, Madrid

Nel cuore di Plaza de San Miguel, vicino alla famosa Plaza Mayor a Madrid, troverete l’unico mercato in ferro operativo ancora oggi: il Mercato di San Miguel. Progettato dall’architetto Alfonso Dubé y Díez e completato nel 1916, l’elegante edificio in ferro e vetro era visto dai clienti come una sorta di rifugio, fino a quando non cadde in rovina. Acquistato da investitori privati ​​nel 2003, ha riaperto i battenti dopo sei anni di lavori di ristrutturazione. Oggi, con circa 33 bancarelle che offrono la migliore cucina spagnola, prosciutti, formaggi, vini, tapas, e molto altro,  San Miguel è decisamente il mercato-attrazione più popolare di Madrid, da visitare sia di giorno che di notte.

4. Great Market Hall, Budapest

Great Market Hall, Budapest

Great Market Hall, Budapest

ll Danubio a Budapest, una volta separava la città in  Buda e Pest, rispettivamente a ovest ad est . Nella parte orientale è presente il mercato più grande della città, costruito nel 1897 e chiamato il Great Market Hall. La prima volta aperto, rigorose norme igieniche e di refrigerazione sono state messe in atto per evitare la diffusione delle varie malattie presenti nella città, provocando un vertiginoso aumento del costo dei prodotti e portando gli scettici a credere che il mercato non sarebbe sopravvissuto. Tuttavia a non farlo sopravvivere sono stati i gravi danni causati dalla seconda guerra mondiale. Il mercato è stato chiuso nel 1991, ma fortunatamente riaperto al pubblico nel 1994, diventando ben presto uno dei mercati più visitati in Ungheria. Questo grande mercato coperto è diviso in diverse sezioni: al primo piano si possono trovare souvenir e piatti tipici ungheresi, al piano di sotto prelibatezze come vini, paté, salami ungheresi e stringhe di paprica, la spezia più famosa dell’Ungheria.

5. Torvehallerne Market, Copenhagen

Torvehallerne Market, Copenhagen

Torvehallerne Market, Copenhagen

Nascosto vicino alla stazione Nørreport nella capitale danese è situato il mercato coperto di Torvehallerne. Inaugurato nel 2011, non c’è dubbio, questo è decisamente un mercato molto scandinavo: dalle due eleganti sale simmetriche costruite in vetro e acciaio, le bancarelle sono splendidaamente organizzate in linee ordinate. Il mercato è nato dal ringiovanimento di una vecchia lussuosa piazza e presenta oltre 60 bancarelle che vendono tantissim varietà di cibo. C’è un “Fiskerikajen” (mercato del pesce), dei piatti danese come gli “smørrebrød” (panini aperti) e birre locali. C’è una vasta gamma di prodotti esotici, con cucina dall’Italia al Giappone, passando per le isole del Mar Baltico. Quando avete bisogno di fare uno spuntino, affidatevi al The Collective Coffee.