Pasqua si avvicina e le uova di cioccolato prendono forma impacchettate da laboriose marmotte, conigli o altri roditori.

Le uova di cioccolato non sono una delle vostre maggiori preoccupazioni? Siete a corto di idee ma quest’anno volete organizzare qualcosa di diverso?

Se avete dubbi su dove andare a Pasqua e Pasquetta, ecco alcune delle mete più gettonate:

 

Oltre alle mete più popolari, vogliamo anche darvi alcune idee, si spera originali, su cosa fare nel lungo weekend di Pasqua per festeggiare alla grande!

Dove andare a Pasqua: in una città d’arte – San Gimignano

Toscana

Un classico del weekend di Pasqua e Pasquetta è una gita in uno dei tanti luoghi d’arte che il nostro Bel Paese offre. Noi vi consigliamo una gita nello splendido comune di San Gimignano.

Situato nella provincia di Siena e a pochi chilometri dal capoluogo Firenze, San Gimignano è ancora immerso nell’atmosfera medievale degli anni della sua costruzione ed è rimasto quasi del tutto intatto dal 1300 ad oggi. Per questo motivo, il borgo rientra tra i siti patrimonio dell’Unesco. San Gimignano è anche una delle tappe della Via Francigena con sentieri che si snodano verso i borghi di San Giovanni e San Matteo. Famoso per le sue case torri, la bellissima Piazza della Cisterna, la Porta San Giovanni e le tante stupende chiese, San Gimignano non delude nemmeno chi vuole accompagnare la cultura con la buona cucina.  Le sue specialità più note sono l’Arista di maiale alla verza, la Coniglia alla Vernaccia e lo Zuccotto allo zafferano, tutte accompagnate da buon vino. Se siete degli amanti del vino, vi consigliamo poi una bella degustazione. Potete farla al Museo della Vernaccia, dove alla conoscenza di questo vitigno tipico, si unisce un’indimenticabile esperienza di gusto!

Come arrivare a San Gimignano con GoEuro 

San Gimignano può essere raggiunta comodamente in treno, con l’alta velocità di Trenitalia e Italo fino a Firenze e proseguendo da lì con uno dei tanti treni regionali.

Dove andare a Pasqua: al mare – Vietri sul Mare

Campania

La Costiera amalfitana, si sa, è rinomata per i numerosi borghi che, incasellati lungo la scogliera, sono veri gioielli per cultura, tradizione e cucina. Lungo una delle strade panoramiche più affascinanti d’Italia si trova il paese di Vietri sul Mare e la sua Marina con le belle spiagge di sabbia fine e i ristoranti di pesce. La città deve il nome alla sua posizione: si trova infatti su un altipiano a 100 metri di altezza e dal paese si possono godere splendidi panorami sul mare. Vietri si trova nel tratto iniziale della Costiera amalfitana, a soli tre chilometri da Salerno, ed è famosa per le sue ceramiche che colorano tutti i negozietti in cui sono esposte e le viuzze del centro. Ovviamente non mancate di assaggiare le specialità del posto: dai piatti di pesce, ai fantastici dolci della costiera amalfitana, avrete pane per i vostri denti!

Come arrivare a Vietri con GoEuro 

Il modo migliore per raggiungere Vietri è recarsi in autobus o in treno a Salerno. La città dista infatti appena 3 km da Salerno ed è ad essa collegata tramite i mezzi del trasporto pubblico.

Dove andare a Pasqua: all’avventura nella Valsesia

Piemonte

Non avete intenzione di rilassarvi neanche a Pasqua, vero? Sbuffate non appena vi propongono un pic-nic o un agriturismo? Allora vi suggeriamo un’eccitante discesa di rafting, kayak o hydrospeed in Valsesia a Balmuccia in provincia di Vercelli. Una giornata di adrenalina pura per esperti e principianti. Nella zona ci sono alcuni centri e associazioni che fanno parte della Federazione Italiana Rafting e non vi sarà difficile scegliere tra le tante offerte.

Se invece preferite passeggiare e siete pronti ad una bella scarpinata, vi proponiamo il sentiero che parte dal comune di Alagna Valsesia e conduce fino al Passo dell’Uomo Storto, a 2280 metri. Equipaggiatevi per bene e partite!

Come arrivare in Valsesia con GoEuro 

Per raggiungere la Valsesia, ci si può recare in treno o in autobus a Vercelli e da lì spostarsi nei vari luoghi di interesse della zona.

Dove andare a Pasqua: viaggio con gli amici a Siviglia

Spagna

Se per il lungo weekend di Pasqua state pensando a qualcosa di più della semplice “gita fuori porta”, potete partire alla scoperta di una delle bellissime mete europee. Potete per esempio scegliere un posto in cui le temperature miti, le belle giornate e la buona cucina si coniugano: Siviglia!  

Dalla visita al Duomo di Siviglia – la Cattedrale gotica più estesa al mondo e patrimonio dell’umanità per l’Unesco – alla crociera sul Guadalquivir o alla vista che si gode dai 96 metri dall’altezza della torre Giralda, Siviglia non può che lasciarvi sempre a bocca aperta.

Completate il tutto con una serata passata a stuzzicare tapas e sorseggiare sangria ed il gioco è fatto!

Come arrivare a Siviglia con GoEuro 

Dall’Italia si può raggiungere Siviglia con uno dei tanti voli offerti sia dalle compagnie di linea che dalle low cost. In particolare ci sono voli low cost diretti da Milano e Bologna.

Dove andare a Pasqua: su un’isola – Procida

Campania

Procida, colorata e affascinante, si erge nel tirreno di fronte alla bella Napoli, segnando un primo approdo tra questa città e la più famosa isola d’Ischia.

Visitatela dal mare facendo il periplo dell’isola in barca o scegliete un itinerario all’interno, scoprirete così che Procida è ricca di bellezze non solo naturali e paesaggistiche ma anche architettoniche. La meravigliosa Abbazia di San Michele, il Belvedere dei Due Cannoni o la Gradinata Scura che porta a Marina Corricella, il borgo marinaro più antico di Procida, sono solo alcune delle meraviglie che vi lasceranno senza fiato.

Come arrivare a Procida con GoEuro 

Procida può essere comodamente raggiunta con uno dei traghetti che partono dalla città di Napoli. Il capoluogo campano è collegato con il resto dell’Italia con l’alta velocità di Trenitalia e Italo e con diversi pullman a lunga percorrenza.

Dove andare a Pasqua: in camper – Basilicata coast to coast

Basilicata

Ebbene sì, abbiamo ripreso il titolo del film del 2010 Basilicata coast to coast di Rocco Papaleo, per consigliarvi qualcosa di diverso dal solito: un viaggio in camper. Il nostro suggerimento è un tour della Basilicata, dalla costa tirrenica alla costa ionica, passando tra i bellissimi territori dell’entroterra.

Partiamo da Maratea, sul versante tirrenico, edificata su un fianco del Monte San Biagio. Percorriamo il suo suggestivo borgo medievale, visitiamo il Museo De Lieto con la sua mostra permanente sull’archeologia subacquea e addentriamoci nella Grotta dell’Angelo, una cavità naturale nella cima del monte San Biagio.

Da qui spostiamoci a Grumento Nova. Nei pressi del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, nell’Alta Val d’Igri, questo comune conserva i resti dell’antica Grumentum, fondata dai romani nel III secolo a.C. Nel sito archeologico si possono ammirare il teatro di età augustea, l’anfiteatro del I secolo a.C. e il foro romano. Per gli amanti della natura, una visita al Lago di Pietra del Pertusillo con i suoi splendidi aironi e i germani reali è il completamento ideale di questa tappa.

Ora, dopo aver macinato un po’ di chilometri, possiamo fermarci a Venosa. Comune facente parte dei borghi più belli d’Italia, Venosa si trova sull’antica via Appia e annovera tra i suoi cittadini illustri il poeta Orazio. Chi non conosce il suo famoso Carpe Diem? Orazio è nato proprio qui e la sua casa, costruzione risalente al II secolo d.C., è oggi visitabile. Altra attrazione del paese è anche il Castello Aragonese.  

Tappa d’obbligo poi per il capoluogo Matera. La città è un museo a cielo aperto: dai famosi sassi, scelti come scenario di diversi film quali Passion di Mel Gibson, alle chiese rupestri, Matera è testimonianza viva di tutte le epoche che l’hanno caratterizzata.

E infine arriviamo sul tratto costiero che si affaccia sullo Jonio, fermandoci prima nel paese fantasma di Craco, disabitato dal 1963. Il paese è esattamente come è stato abbandonato negli anni sessanta: con i suoi palazzi, il castello e le contrade. Dopo essere stati evacuati in seguito ad una frana, gli abitanti del paese non ci hanno più fatto ritorno e le sue suggestive strade, rimaste ferme nel tempo, sono meta di tanti turisti e set cinematografico per molti film.

Destinazione finale del nostro viaggio è Policoro e le sue spiagge affacciate sullo Jonio. Come tutta la Basilicata, anche Policoro conserva i segni di un’antichità in cui faceva parte della Magna Grecia. Visitiamo il sito archeologico di Heraklea e il Museo Archeologico Nazionale della Sirtide. Dedichiamoci al birdwatching nell’oasi naturale WWF del Bosco Pantano, uno degli ultimi boschi costieri dell’Italia. Passeggiamo lungo le sue tranquille spiagge, non dimenticando di assaporare le famose fragole di Policoro.

Come arrivare in Basilicata con GoEuro 

La Basilicata è servita sia dai pullman a lunga percorrenza che dalla rete ferroviaria che la collega al resto dell’Italia. In particolare la stazione ferroviaria di Maratea è servita dai treni regionali di Trenitalia.

Dove andare a Pasqua: in montagna – Monti Sillara

Emilia Romagna

L’ultimo consiglio per gli amanti della montagna: un trekking non impegnativo, ma che vi porterà tra valli, boschi di faggi e soprattutto laghi. Si tratta del Parco dei cento laghi in Emilia Romagna nei Monti Sillara sull’Appennino Parmense. Raggiungete La Spezia e proseguite verso Rigoso. I laghi non sono esattamente cento, ma l’escursione di circa 5 ore vi porta tra castagni, mirtilli, limpidi laghi di montagna e vedute sulle ampie valli emiliane dove pascolano le vacche parmigiane (quelle del formaggio più famoso del mondo e che non sono lilla!!).

Come arrivare a La Spezia con GoEuro 

Punto di inizio del trekking tra i monti Sillara è La Spezia, a cui si arriva sia in treno che in bus. La Spezia è ben servita da Trenitalia e da diverse compagnie di pullman che qui vi giungono da ogni parte dell’Italia.

 

E voi che piani avete per Pasqua e Pasquetta? Dove siete stati l’anno scorso?

Lasciate i vostri commenti sulla nostra pagina Facebook o su Twitter