La Provenza è senz’altro una delle regioni francesi più amate dagli italiani. Nizza e Marsiglia sono da sempre meta di visite da ogni parte dello stivale e non solo. Ma quando andare in Provenza? Di sicuro in estate, per vedere le famose distese di lavanda in fiore, ma, come leggerete più in là, anche l’inverno si presta ad un’accogliente vacanza per il clima mite e l’atmosfera accogliente della regione. Oltre alle città principali vale di sicuro la pena visitare anche i paesini circostanti. Qui di seguito troverete i consigli dei nostri blogger per un viaggio indimenticabile!

In giro per la Provenza con Rosy

Lavander fields😍 Ohoto by @beboy_photography

Una foto pubblicata da Awesome colourful nature (@fantastic.colours) in data:

Da Rosy, sonoinvacanzadaunavita.it

Un viaggio in Provenza vuol dire immergersi nei colori intensi, nei sapori e profumi che stimolano i sensi. Il mio consiglio è quello di organizzare un giro in macchina per poter raggiungere i luoghi assolutamente da non perdere. Luglio è il mese ideale per vedere i campi di lavanda nel loro splendore, ma la Provenza non è solo questo. Da non perdere è le Plateau de Valensole, dove i meravigliosi campi di Lavanda si alternano a quelli di grano e di girasoli. Sembra quasi di essere in un quadro di Cezanne. Valensole è molto carina, stradine strette, balconi fioriti, piccole botteghe e profumo di lavanda ovunque, terza domenica di luglio ospita la festa della lavanda. Ci spingiamo nel Luberon fino all’Abbazia cistercense Notre-Dame de Sénanque. Rimaniamo colpiti da come si armonizzano i colori della pietra grigia dell’Abbazia con i campi di lavanda che la circondano in un atmosfera di tranquillità. Infine ci immergiamo in paesaggi collinari ricchi di vigneti per raggiungere Gordes; la sua piazza è stata scelta come location per il film “Un’ottima annata“. Potete fare una passeggiata per le sue stradine lastricate e ammirare suggestivi scorci.

Cosa fare

Nel Grand Canyon du Verdon, le profonde gole del fiume Verdon spaccano la terra per 25 km spettacolari da fare in auto. La zona si presta per vari sport come rafting, arrampicata e trekking.

Cosa mangiare

La cucina provenzale è ricca di colori e sapori tipici mediterranei: abbondanti insalate miste arricchite con profumatissime erbe di Provenza, saporite ratatouille e golose bruschette. Vi consiglio di provare gli aromatici formaggi di montagna con miele alla lavanda e ottimo vino rosso o rosè.

Alla scoperta della multietnica Marsiglia con Elena

Una foto pubblicata da IG ⊕ MARSEILLE ® (@ig_marseille) in data:

Da Elena, wainomitravelblog.com

La Provenza è una delle regioni più bohemien della Francia, in estate i campi di lavanda raggiungono il massimo splendore colorano i paesaggi di viola meraviglioso, nell’aria il profumo dei fiori si sente per diversi chilometri. Regione amata dagli artisti ma anche e soprattutto dai turisti che si perdono tra i campi di lavanda, tra i colorati mercatini vintage e i pittoreschi villaggi.

Cosa fare

Marsiglia, è una città portuale che negli anni ha subito non poche trasformazione, è una città cosmopolita, multietnica, che riesce a stupire ed incantare. Lasciatevi trasportare dal mix di culture, sapori, musiche e stili che sono l’essenza di questa città. Il Viex Port è il fulcro della città, ogni mattina alle 8:00 vi attende un vivace mercato del pesce. Le Panier, è il quartiere artistico con stradine contorte e negozietti etnici, qui si respira lo spirito autentico della città. Non perdetevi la visita al Château d’If, piccola fortezza francese che si trova nell’arcipelago delle Isole Frioul. Una linea di traghetti regolari collega Marsiglia all’isola. Potrete effettuare una visita guidata della prigione resa celebre da Alexander Dumas, con il Conte di Montecristo.

Cosa mangiare

Crocevia del Mediterraneo, Marsiglia è il posto migliore per gustare cucine provenienti da tutto il mondo. La zona del vecchio porto si presta per serate romantiche a lume di candela gustando un cous cous di mare e bevendo un buon tè alla menta.

Esploriamo Nizza insieme a Monica

Una foto pubblicata da Matthew at H.K (@matthew160215) in data:

Da Monica, turistadimestiere.com

Nizza è una deliziosa cittadina affacciata sulla Costa Azzurra dove trascorrere un piacevole weekend alla scoperta dei suoi vicoli colorati, le piazzette piene di fiori e scorci sorprendenti sul mare.

Cosa fare

Il cuore di Nizza è senza dubbio Place Masséna riconoscibile dalla pavimentazione di mattonelle bianche e grigie e dall’installazione di Jaume Plensa: 7 figure umane (tante quante i continenti) sedute su piedistalli di metallo che svettano sulla piazza e che illuminano la notte nizzarda con colori squillanti. Assolutamente da vedere sono la piazza più antica di Nizza, Place Garibaldi, dove campeggia la statua dedicata al patriota italiano e su cui si affacciano palazzi di diverse tonalità di giallo e Cours Saleya, una zona pedonale animata ogni giorno dal mercato dei fiori e della frutta e della verdura (dove vanno a fare la spesa i nizzardi!) e, una volta a settimana, è sede di un bellissimo mercato dell’antiquariato! Al tramonto, non mancate una passeggiata sulla Promenade des Anglais, il lungomare di Nizza con le tipiche chaises bleues (le seggiole blu) dove turisti e locali si affollano durante il Carnevale o la Battaglia dei Fiori!

Cosa mangiare

Dopo una colazione a base di baguettes appena sfornate e dolci deliziosi, per pranzo assaggiate piatti tipici della cucina nizzarda come la pissaladiere, una sfiziosa focaccia guarnita con una crema a base di acciughe con cipolle caramellate, la socca, una torta salata molto bassa cotta nel forno a legna, preparata con farina di ceci, sale, acqua e olio extravergine di oliva o la classica insalata nicoise! Per cena, consigliamo un ristorantino romantico dove degustare, a lume di candela, un raffinatissimo Plateau Royal a base di cruditè di pesce innaffiato da ottimo vino francese.

Scopriamo Nizza in inverno con Valentina

Una foto pubblicata da Cath. (@ig_cat_pics) in data:

Da Valentina, beroad.it

Clima mite, mare, buon cibo, questo e molto di più è Nizza, che consiglio di visitare in qualsiasi periodo dell’anno. Io e la mia famiglia siamo stati a Nizza in pieno inverno e siamo stati benissimo. Non giravamo in maniche corte, ovvio, ma la temperatura era piuttosto piacevole nonostante l’umidità di una città di mare. Appena arrivati fatevi un giro nella grande Place Masséna, vivace piazza della città a poche centinaia di metri da Promenade des Angles, il frequentatissimo lungomare di Nizza che vi farà venire voglia di darvi al running (ho visto correre anche mamme con il passeggino, per darvi un’idea!) e dalla principale via commerciale, Avenue Jean Medecin. La Nizza vecchia, con le sue viuzze, è molto suggestiva, così come il Montee du Chateau, la collina del vecchio castello dalla cui cima si può godere una vista spettacolare sulla città. Potete fare una bella passeggiata o prendere l’ascensore gratuito, comodo se viaggiate in compagnia di bambini piccoli.

Cosa fare

Se amate andare in bicicletta potete partecipare ad un tour con guida locale, così da godervi appieno il frizzante lungomare della città e scoprire anche i luoghi più nascosti, che solo un local può mostrarvi. Per i meno allenati vi segnalo che sono previsti anche tour in bicicletta elettrica, così da godervi la passeggiata senza troppa fatica.
Se la stagione lo permette potete passare qualche ora al mare e scegliere una delle tante spiagge presenti in città, sia pubbliche che private.

Cosa mangiare

A Nizza non avrete problemi di cibo, ovunque si mangia bene e potrete provare specialità del posto. Per un pranzo veloce vi consiglio la tipica Salade Niçoise, insalata nizzarda con uova sode, pomodori, acciughe, olive, peperoni e carciofi, il pan bagnat, panino con lattuga, aglio, cipolle, tonno, olive, uova sode, la socca, una focaccia sottile fatta con la farina di ceci, molto simile alla nostra farinata e la pissaladière, una gustosa focaccia con cipolle, acciughe e olive.

Visitiamo i paesini della costa con Francesca

Una foto pubblicata da Red Riding Cat (@red_riding_cat) in data:

Da Francesca, viaggiaredasoli.net

Conosco molto bene la zona vicino Nizza percorrerla in macchina è come un allontanarsi graduale dall’Italia per entrare nel cuore della “francesità” (mi consentite questa licenza poetica)?
Il primo passo sulla costa è Mentone, dove l’architettura ligure fra spazio ai balconi fioriti della Costa Azzurra. Uno dei posti che preferisco per fare il bagno è Roquebrune, ha delle rocce rosse meravigliose che contrastano con il verde dell’acqua. Tutto il promontorio di Cap Matin è per quelli come me che amano bagnarsi sugli scogli. Anche se c’è sempre da ricordare che per tutta la costa ci sono tantissime spiagge libere attrezzate, ossia con dei pulitissimi e comodissimi bagni e docce pubblici ad uso comune, un grande segno di civiltà.

Cosa fare

Dopo una giornata di mare o se non avete troppa voglia di abbrustolirvi al sole io consiglio una visita ad Eze sur Mer, è un piccolissimo borgo arroccato, ci sono pochissime case, un grande hotel di lusso e qualche ristorantino e negozietto che vende cappelli. Se ci vado di mattina mi piace pranzare sui bastioni con una splendida vista sotto di me. La domenica non perdetevi Villefranche sur Mer, un porticciolo stretto e lungo poco prima di Nizza, dove se vi va potete anche affittare un kayak. Ogni domenica qui fanno anche il mercatino delle pulci ed è esattamente come ve lo immaginereste. Signore con occhiali spessi che vendono bijoux vintage, uomini baffuti che mostrano la loro collezioni di foto in bianco e nero.

Cosa mangiare

Ora vi svelo un segreto nella piccola piazzetta di Villefranche ho mangiato il pasto più buono della mia vita: uno spiedino di capesante alle erbe aromatiche! Me lo sogno la notte! Un piatto da assaggiare è sicuramente le plateau royal, ossia un enorme tripudio di frutti di mare crudi o al vapore, piatto tipico della costa azzurra. Le cozze alla provenzale che sono cotte con molto aglio prezzemolo e vino bianco, le deliziose baguette farcite da portarsi al mare e mi raccomando aperitivo con un Kir Royal.

L’immagine che illustra il post è di lo.Tangelini da Flickr, CC by 2.0

 

Negli stadi di Nizza e Marsiglia quest’anno si affronteranno le migliori squadre di calcio europee. La Uefa Euro 2016 si giocherà dal 10 giugno al 10 luglio in Francia e se vuoi avere maggiori informazioni sugli stadi, le partite e come spostarti spendendo il meno possibile visita la nostra pagina dedicata all’Euro 2016.