Dopo avervi guidato tra le spiagge della Sardegna Orientale e Meridionale abbiamo deciso di dedicarci a un’altra isola e scoprire le spiagge più belle della Sicilia per aprire ancora una volta l’infinito dibattito: meglio quelle della Sardegna o quelle della Sicilia?

Si può fare un confronto contando il numero delle golette verdi o blu, fare un sondaggio, ecc. Ma siamo convinti che gran parte del giudizio sia legato alla storia personale di ciascuno. Le vacanze passate a fare castelli di sabbia e a correre a perdifiato sul bagnasciuga, il luogo dove abbiamo passeggiato mano nella mano con una persona speciale, un pomeriggio indimenticabile con gli amici di sempre, il primo bagno a mezzanotte e così via…

Lasciamo in sospeso il giudizio perché, in realtà amiamo entrambe le isole e non sappiamo decidere, e andiamo in Sicilia, tra Messina e Ragusa. Anche questa volta non abbiamo la pretesa di mostrarvi i lidi più belli, ma solo di portarvi alla scoperta di alcune di essi, raggiungibili, questa volta con diversi mezzi di trasporto, nel caso in cui l’auto non faccia al caso vostro.

Se avete deciso di “mostrare le vostre chiappe chiare” nei mari della Sicilia sappiate che avete a disposizione 1500 chilometri di costa. Incantevoli spiagge rocciose, di ciottoli, sabbia fine, soffice, di colore chiaro o scuro; acque limpide e cristalline, di tutte le sfumature di blu, calde e meno calde. Alcune degli arenili più belli della Sicilia fanno parte di parchi e riserve naturali, paesaggi incontaminati, raggiungibili solo in auto e/o facendo un’escursione. E’ il caso di Calamosche a Vendicari o delle calette della Riserva dello Zingaro. Altre spiagge, che lasciano senza fiato e fanno sognare di diventare una sirena o un tritone per non potersene più separare, si trovano sulle isole, come Cala Junco a Panarea, la Spiaggia dei Conigli di Lampedusa, la Baia di Pollare nelle Eolie.

Ricapitoliamo i criteri che hanno guidato ancora una volta la nostra scelta:

Acqua: si può fare il bagno o si uscirà dall’acqua con un occhio o un braccio supplementare?

Colori: blu sempre più blu, ma anche azzurro e turchese, verde acqua. Una tavolozza di colori nella quale specchiarsi.

Sabbia: ustionante ma anche chiara o scura, di ciottoli, sabbia fine o finissima…

Servizi: spiagge più o meno attrezzate (non solo Coccobello!) lettini, sdraio, ombrelloni, aitante bagnino, ecc.

Trasporti: spostarsi con i mezzi pubblici in Sicilia non è semplice, noleggiare un’auto per scoprire i suoi tesori è la cosa migliore. Ma abbiamo individuato dei litorali serviti da treni o autobus.

Come arrivare nella Sicilia orientale con Omio

Fontane Bianche – I Caraibi italiani

Omio_Le Spiagge più belle della Sicilia Orientale - Fontane Bianche

La spiaggia di Fontane Bianche immortalata da Elisa. Licenza CC BY-SA 2.0

A soli 15 chilometri da Siracusa si trova la spiaggia di Fontane Bianche. Un litorale selvaggio lungo tre chilometri di sabbia bianco avorio e un mare cristallino. Il nome è legato alla presenza di fonti d’acqua dolce in tutto il territorio circostante e dalla sabbia bianchissima che lo caratterizza. La spiaggia è in parte attrezzata e in parte libera, ospita stabilimenti balneari, campeggi, hotel, discoteche e locali. Un mare per tutte le età, dove praticare anche immersioni ed escursioni in barca.

  • Acqua: limpida … avete la maschera per fare snorkeling?
  • Colori: mare blu cobalto in cui perdersi.
  • Sabbia: scogli e sabbia chiarissima da accaparrarsi il prima possibile.
  • Servizi: bagnini, lettini, ombrelloni, scivoli e accompagnamento per disabili.
  • Trasporti: Numerosi treni regionali collegano Siracusa a Fontane Bianche con tempi di percorrenza di soli 15 minuti. Per raggiungere Siracusa si può viaggiare in aereo fino a Catania e poi spostarsi in autobus o con treni regionali
  • I lidi: Talè Beach Garden, Lido Fontane Bianche, Lido Sayonara, Lido Camomilla, Lido Nuovo.
  • Si balla… al Kukua Beach
  • Se vi stufate del mare… ma quando mai! O c’è vento forte e non si riesce a stare in spiaggia (non gufare!) O vi siete presi una pesante scottatura e non potete mostrare troppa pelle (sempre mettere e rimettere la protezione solare). Potete fermarvi a Siracusa, visitare la sua Cattedrale, il teatro dei pupi e le catacombe di San Giovanni. Passeggiare per il teatro greco, scoprire la leggenda dell’Orecchio di Dionisio, sentirvi dei vip passeggiando tra le stradine dell’Isola di Ortigia e concedervi dei vizi a tavola.

Isola Bella – che panorama!

Omio_Le Spiagge più belle della Sicilia Orientale - Isola Bella

La spiaggia e l’isolotto di Isola Bella a Taormina – Foto di gnuckx. Licenza CC0 1.0

Isola e penisola a seconda della marea, Isola Bella, fa parte del comune di Taormina. Una lingua di terra di sabbia ghiaiosa che collega Taormina a un isolotto facente parte della riserva naturale orientata. Un paesaggio disegnato all’interno di Capo Taormina e Capo Sant’Andrea, celebrato da Byron e Goethe e donato da Ferdinando I di Borbone al comune di Taormina. Oltre a prendere il sole sul piccolo litorale e sulla spiaggia più ampia e bagnarvi nelle acque di Isola Bella potete visitare il suggestivo isolotto composto da una rigogliosa vegetazione, la macchia mediterranea, e un’antica fortezza.

  • Acqua: trasparente, cristallina, calma, che diventa subito profonda (attenti a non farvi risucchiare!).
  • Colori: blu, sempre più blu del mare, l’azzurro sgombro del cielo, il verde della macchia mediterranea e della montagna che ripara la piccola isola. Una piccola oasi.
  • Sabbia: 2 chilometri di sabbia libera di ciottoli e sassolini bianchi. Dotatevi di ciabattine per evitare di ustionarvi i piedi!
  • Servizi: spiaggia libera e attrezzata con lettini, bagnini, barettini, resort e alberghi, come l’incantevole Hotel Isola Bella. Potete fare un giro in barca e osservare i piccoli pesciolini nell’acqua.
  • Trasporti: Trenitalia collega Catania a Taormina con treni regionali in circa 1 ora di viaggio. Una volta raggiunta la città arroccata si può prendere la funivia da via Pirandello fino a Mazzarò. Oppure seguire il sentiero che parte sempre da via Pirandello e conduce direttamente alla Riserva Naturale di Isola Bella.
  • Dopo aver preso il sole e nuotato… potete visitare Taormina, una delle destinazioni più richieste della Sicilia, e il suo teatro antico che ospita ancora rappresentazioni teatrali. Al tramonto prendere un aperitivo in piazza Duomo, osservando il panorama mozzafiato della costa. E infine cenare in un ristorante romantico, se siete in vacanza con la vostra metà, e molto buono come la Giara o la Zagara.

Sampieri – I luoghi di Montalbano

Omio_Le Spiagge più belle della Sicilia Orientale - Sampieri

Le dune di sabbia dorata di Sampieri al tramonto

In provincia di Ragusa, nel piccolo paese di pescatori di Sampieri, c’è una spiaggia che fa parlare di sé. Dune di sabbia dorata, mare blu che si perde all’orizzonte. Un arenile di sabbia finissima da una parte del paese e la costa rocciosa dall’altra, un piccolo porto dove arriva ogni giorno pesce fresco. Il litorale del borgo si estende dal centro storico a punta Pisciotto, dove si erge la Fornace Penna, una fabbrica di laterizi di inizio novecento che si affaccia sul mare e domina la costa, andata bruciata in un incendio e oggi conosciuta come la tonnara Mannera nei film di Montalbano. Le giornate passano lente in acqua, camminando sul bagnasciuga, esplorando le dune e la macchia mediterranea o facendo una pausa allo Chalet Pata Pata.

  • Acqua: acqua limpida (se non c’è mare mosso), fondali bassi e presenza di secche.
  • Colori: blu chiaro e scuro.
  • Sabbia: il litorale di sabbia dorata e finissima si estende per tre chilometri, l’ideale per passeggiare e curare l’abbronzatura fino ad arrivare ai piedi dell’antica Fornace. Nella zona ovest del borgo si estende, invece, la costa frastagliata per circa tre chilometri. Qui si può praticare snorkeling e camminare sugli scogli quando la spiaggia è troppo affollata o soffia un vento forte.
  • Servizi: la spiaggia è in parte attrezzata e in parte libera. Sono presenti docce e pedane di accesso, servizio salvataggio. Numerosi lidi e chalet che mettono a disposizione lettini, ombrelloni, servizio bar, musica, ecc. Presenti anche alberghi e campeggi, come la Baia Samuele.
  • Trasporti: Sampieri, il borgo di pescatori, è dotato di stazione ferroviaria dove giungono treni regionali provenienti da Siracusa. Se si atterra a Fontanarossa si può raggiungere Siracusa in treno.
  • Nei dintorni… Sampieri è un comune della provincia di Scicli, città barocca a soli 10 chilometri di distanza, il cui centro storico è parte del Patrimonio dell’Unesco. Mentre a circa 25 chilometri di distanza si trova un’altra città barocca, Modica, famosa anche per il cioccolato. Se visitate le sue cento chiese e vi inerpicate fino a Modica Alta potete ricaricare le batterie alla Locanda del Colonnello.

Laghetti di Marinello – Tindari – Riconnettersi con la Natura

Omio_Le Spiagge più belle della Sicilia Orientale - Tindari

Lingue di sabbia che compongono la Riserva Naturale dei Laghetti di Marinello

Ai piedi della rocca di Tindari, incastonata sui monti Nebrodi, si estende la Riserva Naturale dei Laghetti di Marinello. Lingue di sabbia finissima che formano una penisola, la cui forma muta a seconda della marea, incastonando il mare e creando dei piccoli laghi. I laghetti più interni sono d’acqua dolce e il paesaggio si completa con la macchia mediterranea, costituita in prevalenza da alberi di canne, fichi d’india, mirto e capperi. Oltre a percorrere in bicicletta i 400 ettari che compongono il litorale è possibile spostarsi in barca.

  • Acqua: acque limpide e immobili dove si specchia il paesaggio circostante. Acque semplicemente meditative.
  • Colori: blu!
  • Sabbia: bianca!
  • Servizi: un paesaggio incontaminato, quasi surreale, non avete bisogno di altro.
  • Trasporti: le stazioni ferroviarie più vicine alla riserva sono Patti e Olivieri-Tindari.
  • Visitare… dopo aver passato la giornata tra i laghi dolci e salati sarete nella disposizione d’animo per visitare il Santuario di Tindari, il Santuario della Madonna Nera posto all’estremità del promontorio della città.

Le spiagge più belle della Sicilia orientale – Capo d’Orlando

Omio_Le Spiagge più belle della Sicilia Orientale - Capo d'Orlando

Le splendide acque di Capo d’Orlando

Fondali bassi, acque limpide e pulite caratterizzano il litorale di Capo d’Orlando. Una spiaggia di sabbia leggermente dorata che sorge ai piedi del verdeggiante promontorio delle Nebrodi. Una zona dove si praticano immersioni con boccaglio, costituita da tanti scorci paradisiaci tra cui la  lunga spiaggia di San Gregorio. Sul lungomare sono presenti numerosi bar, chalet e discoteche dove fare una pausa o passare la serata e la notte al mare, non solo la giornata.

  • Acqua: mare cristallino e trasparente, acqua pulita.
  • Colori: azzurro.
  • Sabbia: sabbia fine e di colore scuro, leggermente dorata.
  • Servizi: spiaggia libera e attrezzata.
  • Trasporti: La stazione ferroviaria Capo d’Orlando-Naso è servita dai treni regionali di Trenitalia che la collegano a Catania.

Vi è piaciuta la nostra selezione? Voi dove andate al mare in Sicilia?

Vi piacerebbe visitare la Sicilia come dei veri siciliani? Siete alla ricerca di nuovi posti in cui viaggiare? Unitevi alla community dei “Locals” di tutta Europa e condividete i vostri viaggi.  Riceverete consigli pratici e suggerimenti che solo uno del posto può dare. Che state aspettando?

Omio_The_Locals_Banner