Ormai ci siamo. La Notte Rosa è alle porte, un evento che vede Rimini come sua capitale, ma che interessa in realtà l’intera Riviera, da Comacchio fino a Cattolica. Niente di nuovo? Forse sì, perché le notti italiane si colorano tutto l’anno con eventi di musica, spettacolo, cultura, enogastrnomia e sport. Ma procediamo con ordine.

Notte Bianca

commons.wikimedia.org

commons.wikimedia.org

Musei aperti fino a notte fonda e arte nelle sue forme più svariate sono gli elementi che caratterizzano le notti di questo colore. Se la prima città ad aprire le danze è stata Berlino nel lontano 1997, la prima notte bianca italiana ha avuto luogo a Roma nel 2003. L’evento si svolge sempre nel mese di settembre, ma visto l’incredibile successo, la CIttà Eterna ha deciso di organizzare diverse iniziative in diversi periodi dell’anno con serate a tema, come la Notte Bianca dei Libri o quella dello shopping. Il bianco sembra essere un colore piuttosto contagioso, perché sull’onda del successo della notte romana, tante altre città italiane hanno deciso di dare il via a iniziative simili. Ma se pensate che le notti bianche siano roba da intellettuali vi sbagliate di grosso. Fiumicino, Napoli e tante altre città continuano ad offire concerti e spettacoli all’insegna del bianco.

Notte Nera

Flickr: Alessandro Bonvini

Flickr: Alessandro Bonvini

Quale colore più indicato per la notte se non il nero. Può sembrare un po’ lugubre? Niente di più sbagliato. Si spengono le luci e la città prende vita come nel piccolo borgo di Serra de’ Conti, in provincia di Ancona. Ogni edizione propone spettacoli con artisti di strada sparsi per tutto il centro cittadino, installazioni, concerti e specialità enograstronomiche. L’evento, quello vero e proprio si tiene normalmente ad agosto, è preceduto anche da iniziative che si svolgono al di fuori delle antiche mura del borgo, come la NotteNera Animata o il concorso NotteNera Junior.

Notte Rossa

Flickr: linearclassifier

Flickr: linearclassifier

Il rosso, si sa, è il colore della passione e proprio a Maranello hanno deciso di dedicare una serata e chi una passione vera ce l’ha. Ferrari non è soltanto un marchio, ma per chi ama queste auto, rappresenta un vero e prorpio stile di vita e una passione a cui è difficile rinunciare. La città di Maranello quindi non poteva far altrimenti che dedicare la sua Notte Rossa all’auto che ne ha decretato la gloria in tutto il mondo. L’evento, che ha luogo nel mese di giugno, prevede un programma ben nutrito con esposizioni di auto, attività di intrattenimento, spazi artistici e creativi, convegni e spettacoli di vario tipo.

Notte Arancione

Flickr: cristianocani

Flickr: cristianocani

L’arancione è un colore probabilmente non troppo amato, a meno che non si tratti dell’arancione di un romantico tramonto. E proprio a questo si ispira l’evento istituito dalla città di Cagliari e che rientra nell’iniziativa Notti Colorate. Ogni serata ha un colore diverso, ma la varietà dell’offerta non cambia. Con negozi aperti, musei, mostre e intrattenimento, la città si anima per tutti i mesi di luglio e agosto. Ciò che distingue una serata dall’altra non è soltanto il colore, ma anche gli itinerari proposti. Per la Notte Arancione è stato organizzato un percorso che permetterà di ammirare tramonti mozzafiato dall’alto del Castello di Cagliari.

Notte Rosa

Flickr: Gustty

Flickr: Gustty

Dulcis in fundo, come si suol dire. La Notte Rosa è probabilmente la notte a tema più grande ed estesa sul territorio italiano. Non solo Rimini, ma l’intera costa dell’Emilia Romagna si prepara ad una vera e propria invasione. Del resto come resistere? Di certo la Riviera Romagnola non ha nulla da imparare in fatto di divertimento, grandi eventi e ospitalità e la Notte Rosa racchiude proprio tutti questi aspetti. Il programma è ricchissimo di grandi e piccoli eventi, con esibizioni live dei più grandi cantanti e gruppi italiani, eventi culturali, spettacoli pirotecnici e, l’elemento più importante, una schiera di giovani e non che accorrono per celebrare uno dei maggiori eventi dell’estate italiana.

Noi di Omio purtroppo non riusciremo a partecipare personalmente alla prossima Notte Rosa, quindi se volete potete mandarci commenti o foto su Facebook o Twitter! Per ora non possiamo far altro che augurarvi buona Notte Rosa, provando forse un po’ di invidia per chi avrà l’occasione di vivere questo evento.