Cos’è una città invernale? Il concetto nasce negli Stati Uniti per considerare lo stile di vita delle comunità che vivono lunghi, anzi lunghissimi periodi invernali e contribuire alla realizzazione di infrastrutture e servizi per innalzare la qualità della vita dove il freddo è un ostacolo enorme. Non è un concetto molto comune in Italia, nel paese del sole e del mare abbiamo un clima mite e chi vive in montagna conosce già i trucchi. Tuttavia nell’Europa oltre Cortina (non quella di ferro ma quella D’Ampezzo), la neve ed il freddo sono elementi di uno stile di vita con le sue regole ed i suoi divertimenti. Il bello delle città invernali è la grande offerta di attività ed eventi, gli stupendi scenari immacolati dalla neve, laghi ghiacciati e montagne minacciose ed affascinanti. Questa settimana vi consigliamo quali sono le città europee da visitare in Europa per darvi qualche idea su dove passare le vacanze natalizie con famiglia e amici.

Dove andare in inverno? Dove andare a dicembre, gennaio o febbraio in Europa? Dove andare a natale in Europa? Quali città europee visitare in inverno?

Quali città visitare in Francia in inverno?

La Francia acquista fascino in inverno, la bellezza delle Alpi francesi attira sciatori e appassionati e le grandi città organizzano eventi e mercatini natalizi per combattere il freddo e la neve con allegria e divertimento.

 

Strasburgo | Les Deux Alpes | Lille | Parigi| Lione

Strasburgo d’inverno

Strasburgo è una delle destinazioni preferite dai francesi in inverno! C’è spesso la neve e il mercatino natalizio di Strasburgo è uno dei più belli e grandi della Francia. Durante una visita a Strasburgo vale la pena saltare su una slitta (o ancora meglio un autobus) e visitare i villaggi più caratteristici dell’Alsazia.Qual è il periodo migliore per visitare Strasburgo? Il mese di dicembre è il migliore per vivere il Natale e le tradizioni.

Cosa visitare a Strasburgo:

  • Gli 11 villaggi natalizi localizzati in tutta la città
  • Il gigantesco albero di Natale di Place Kléber
  • La cattedrale e il quartiere storico di Petite France

 

Les Deux Alpes

Con 225 km di piste da sci, questa è una delle più famose località sciistiche della Francia. La stazione fu costruita negli anni ’50, ed insieme a Chamonix è una delle più rinomate. La pista più alta della Francia e una delle più alte al mondo si trova su un ghiacciaio a 3600 metri di altezza.
Il comprensorio sciistico offre tantissime attività al chiuso e all’aperto, nonché numerosi eventi stagionali. È inoltre possibile sfruttare i bar, ristoranti ed alcuni locali notturni disponibili al villaggio.

 

– Scoprite gli altri comprensori sciistici in Francia

Qual è il periodo migliore per visitare Les 2 Alpes? Aspettate le prime nevicate e inforcate gli sci.

Cosa fare e visitare a Les Deux Alpes:

  • Se siete abbastanza coraggiosi provate il Génépi, una grappa locale a base di fiori di montagna dall’alta gradazione alcolica. Il miglior rimedio per il freddo, la digestione e le tubature intasate.
  • Attività outdoor come sci, zorbing, slitte trainate da cani, trekking, equitazione, motoslitta, parapendio, pista di pattinaggio.
  • attività indoor come il simulatore di valanghe, cinema, bowling, biblioteca, piscina, spa, massaggi, museo dell’alpinismo.
  • Il mercatino di Natale, le piste da neve per lo sci notturno, fuochi d’artificio e spettacoli di luci, gare di freestyle e snowboard presso lo snowpark.
    Temperature: vari gradi sottozero a seconda dell’altitudine.

Lille in inverno

Visitate Lille in inverno per ammirare la Grand Place e la Città Vecchia sotto la neve. Scaldatevi tra le bancarelle dei mercatini di Natale, arrotolatevi in un coperta mentre fotografate la città dall’alto della ruota panoramica di Grand Place o accompagnate i bambini sulle giostre della piazza dell’Opera. E dopo una passeggiata sulla rue Esquermoise a scoprire le stupende facciate decorate degli edifici storici concedetevi un assaggio di specialità regionali nei bar e nei ristoranti del centro.

Quando conviene visitare Lille? Dicembre e gennaio sono i mesi invernali che offrono più attività e divertimenti!

Cosa fare e visitare a Lille:

  • La grande ruota panoramica nella Grand Place;
  • La Vecchia Lille;
  • La Beffroi, la torre civica in Place Roger Salengro;
  • I mercatini di Natale;

Parigi durante l’inverno

Parigi d’inverno cambia faccia, un po’ per la neve un po’ perché sono molti meno i turisti che la visitano. Certo a nessuno piace congelarsi i piedi passeggiando per Saint Germain, ma i bar sono tanti e le pasticcerie e le cioccolaterie sono il rifugio più accogliente per fare una pausa. Poche file alle biglietterie e i musei e le mostre liberi dall’incessante via vai di annoiati e stanchi visitatori che ondeggiano come sonnambuli da una sala all’altra. Conquistate un divanetto e sedetevi tranquilli ad ammirare il vostro Rembrandt preferito. E per vivere la magia del Natale alla parigina visitate le Champs Élysées o l’hotel de Ville, o mercatini natalizi aspettando i grandi festeggiamenti di Capodanno.

Qual è il periodo migliore per visitare Parigi? Gli inizi di dicembre oppure per capodanno!
Cosa fare e visitare a Parigi:

  • Le luminarie su les Champs Élysées
  • I mercatini di Natale
  • Il conto alla rovescia per il nuovo anno ai piedi della Torre Eiffel;

Lione

All’inizio di dicembre, Lione si veste di nuovi luci e colori con la famosa Fête des Lumières, il Festival delle Luci. È l’occasione ideale per visitare una delle città più affascinanti della Francia e godersi uno spettacolo che sta riscontrando grande successo e viene replicato in numerose capitali europee. L’edizione 2016 della Fête des Lumières si svolgerà tra l’8 e il 10 dicembre dalle 20 a mezzanotte con oltre 40 installazioni e spettacoli.
Quando viaggiare a Lione: per il Festival delle luci dall’8 al 10 dicembre.

Cosa fare e visitare a Lione:

  • La collina e la basilica di Fourvière
  • Il centro storico di Lione
  • I mercatini di Natale in Place Carnot;

 

Inverno in Germania e Austria

Lo spirito di Natale più tradizionale si respira soprattutto tra Germania, Austria, Repubblica Ceca e Polonia. Alcune città vi conquisteranno per la bellezza delle decorazioni, la ricchezza di colori e la varietà di attività invernali. Se invece siete curiosi di scoprire il Natale ed un modo completamente nuovo di vivere l’inverno allora ci sono alcune città nei paesi scandinavi e in Islanda che dovete assolutamente visitare.

 

Germania: Berlino | Schwangau | Austria: Vienna | Innsbruck

Berlino

Berlino ha due facce distinte che si alternano tra estate e inverno. La stagione fredda è l’occasione per scoprire la Berlino dei musei, dei decine di mercatini natalizi sparsi per la città come quello tradizionale di Gendarmenmarkt o quello medievale di Spandau, e per celebrare il capodanno nella capitale europea delle feste e della vita notturna.

Cosa vedere a Berlino in inverno? I mesi di dicembre e gennaio sono più caratteristici.

Cosa visitare a Berlino:

  • I mercatini di Natale
  • I fuochi d’artificio per il nuovo anno
  • L’isola dei Musei

 

Schwangau

Se il castello nella foto vi sembra familiare è tutto a posto, non è una reminiscenza di una vita passata ma è dovuto ai troppi film della Disney che avete guardato in questi anni. Il castello di Neuschwanstein ha infatti ispirato i castelli di alcune fiabe della Walt Disney.

Il panorama è mozzafiato e sembra veramente di vivere una fiaba natalizia tra monti innevati e laghi ghiacciati. Il piccolo paesino di Schwangau incastonato tra le alpi bavaresi è un vero gioiello, dove fare trekking o sciare ed è l’ultima tappa della “Strada Romantica”, uno dei percorsi turistici più affascinanti e suggestivi del sud della Germania.

Una curiosità: il castello fu progettato da uno scenografo teatrale, tale Christian Jank.

Cosa fare e visitare a Schwangau:

  • Assaggiate i prodotti locali come i tipici “Spätzle und Knögel” di Allgäu, una sorta di gnocchi serviti con carni stufate ed il “Kaiserschmarrn” una crepe spezzettata e coperta di zucchero a velo da accompagnare con marmellate fatte in casa.
  • La città è dotata di una stazione sciistica con numerose piste e percorsi per lo sci di fondo. C’è la possibilità di visitare alcune fattorie. La città offre anche una Spa per rilassarsi dopo una lunga e dura giornata. Ci sono altre città della Strada Romantica che meritano una visita come Füssen con il suo monastero, e Halblech con la sua spettacolare montagna ed i laghi pittoreschi.
  • I fuochi d’artificio al castello per celebrare il Capodanno e a partire dal 25 dicembre è possibile visitare le renne che vivono allo stato brado e godersi una corsa sulle slitte.

Vienna

La capitale austriaca si veste d’inverno con il primo freddo e spesso a Natale si fa bianca e silenziosa. I cafè attirano turisti e viennesi per il tradizionale caffe e torta. I mercatini natalizi sono tanti e ricchi di artigianato e prodotti tipici. Per scaldarsi e bruciare un po di calorie pattinate davanti al Municipio di Ringstrasse.

Quando e dove andare a Vienna? Il mese di dicembre per i mercatini di Natale e i concerti natalizi e gennaio per pattinare sul ghiaccio e festeggiare il Capodanno.
Cosa visitare a Vienna:

  • I mercatini di Natale di Karlsplatz di fronte al Rathaus (municipio)
  • Il Castello di Schönbrunn
  • I cafè tradizionali

Innsbruck e il Tirolo austriaco

Ha ospitato le Olimpiadi invernali del 1964 e del 1976. Durante l’inverno, quasi ogni anno si svolgono alcune competizioni di ski jumping e snowboard. Per tutti gli altri visitatori le montagne circostanti sono popolari per l’escursionismo e lo sci in particolare, grazie alle tre stazioni sciistiche intorno alla città. Per gli escursionisti la montagna “Patscherkofel” è un picco da non perdere, da lì si ha una splendida vista della città e di tutta la valle. Ogni inverno da fine gennaio a febbraio è tradizione organizzare delle fiaccolate in mezzo ai boschi intorno alla città.

Quando è meglio visitare Innsbruck? Con le prime nevi si apre la stagione e tutto il Tirolo diventa il paradiso di sciatori e appassionati di montagna.

Cosa fare e visitare a Innsbruck:

  • Il Tirolo è la patria di tanti patti sostanziosi, come il Kasspatzln, e gli Speckknödel (ravioli con pancetta) e Gröstl (patate con carne di manzo o maiale e cipolle)
  • Ovviamente sci, ma anche percorsi di trekking e scalate sul ghiaccio per tutti i livelli. Se poi ne avete abbastanza di neve e ghiaccio tuffatevi in una delle piscine riscaldate disponibili in città.
    Temperature: tra -1 e -5

La Repubblica Ceca e la Polonia coperte di neve

 

Repubblica Ceca: Praga| Polonia: Varsavia e Cracovia

 Praga sotto la neve

Praga mantiene il suo fascino anche d’inverno e forse diventa persino più attraente. Il freddo frena quelli che tendono più facilmente al congelamento, ma le birrerie di Praga sono sempre pronte ad accogliere chiunque abbia bisogno di sano alcol per ripristinare il normale flusso sanguigno e infondere pensieri positivi. I mercatini di Natale sono un tripudio di luci e prodotti artigianali curiosi, fabbri e prodotti tipici.

Qual è il periodo migliore per visitare Praga? Dicembre è il mese dei mercatini.
Cosa visitare a Praga:

  • Il grande abete di Natale nella Città Vecchia
  • I mercatini di Natale
  • Il castello di Praga

L’inverno a Varsavia e Cracovia

Varsavia e Cracovia sono le regine invernali della Polonia. Con un po di fortuna la neve sarà tanta e sufficiente a farvi sentire dentro una palla di vetro. Il freddo vi farà pentire di esservi avventurati così lontano da casa, ma ci sono i mercatini di natale nel centro storico di Varsavia e davanti al Palazzo Reale a scaldarvi per lo meno il cuore. Rimpinzatevi di vin brulé ed i deliziosi ravioli polacchi, i pierogi. Avete perso sensibilità a piedi e mani? Che ne dite di un bel bagno caldo nei Bagni Reali di Varsavia? Il centro storico medievale di Cracovia è stupendo durante l’inverno, e anche un’ottima opzione per passare il capodanno. Ad un’ora di autobus potete anche fare un po di sci sulle piste di Zakopane.

Quando andare in Polonia? Tutto l’inverno a parte febbraio quando veramente troppo freddo.
Cosa visitare a Cracovia e Varsavia:

  • Il magnifico centro storico di Cracovia
  • Il palazzo reale di Varsavia
  • Il parco Łazienki di Varsavia
    Temperature: Cracovia tra 2 e -6, Varsavia tra 2 e -6

 

I paesi scandinavi e l’isola dei ghiacchi

 

Scandinavia e Islanda: Copenaghen | Oslo |Stoccolma | Islanda 

Copenaghen in inverno

In inverno la capitale danese fa i salti mortali per dare un senso alla parola danese “hygge” (che in sostanza significa “atmosfera rilassante e confortevole dovuta alla buona compagnia e in un clima di festa”) organizzando caratteristici mercatini natalizi e illuminando la città con mille luci colorate e decorazioni natalizie.

Non perdetevi il quartiere Nyhavn, sul lungomare, che durante l’inverno si trasforma in uno dei più accoglienti mercatini di Natale di Copenaghen. Lungo l’acqua del vecchio porto, vengono installate bancarelle cariche di specialità tradizionali danesi.

 

Cosa fare e visitare a Copenhagen:

  • Provate le delizie di stagione come il Gløgg (vino caldo) e l’æbleskiver (“fette di mela” che in realtà sono frittelle a forma di palline, che si mangiano con marmellata di fragole e/o zucchero a velo)
  • Pattinaggio sul ghiaccio all’aperto – la pista di ghiaccio in Frederiksberg è particolarmente popolare, l’ingresso è gratuito e noleggiare i pattini costa 50 DKK.
  • A metà gennaio, i Vichinghi celebravano Jól o Yule. Yule è
    quello che più tardi si è trasformato nell’odierno Natale, anche se i danesi ancora lo chiamano “Jul”. I Vichinghi si riunivano per le celebrazioni, preparavano banchetti, bevevano birra e si scambiavano dei doni. Proprio come ai giorni nostri.
    Temperature: tra 5 e -2

Oslo e la Norvegia

La Norvegia in inverno è l’Inverno, è la neve, il ghiaccio, i rifugi, i camini scoppiettanti e le luci natalizie. A Oslo potrete pattinare sul ghiaccio all’aperto e al chiuso e visitare la capitale norvegese sugli sci o in slittino. Quando vi ricapita? Il prossimo inverno direte voi, ma perché attendere con il riscaldamento globale in agguato. Questo è l’anno dell’aurora boreale, il fenomeno è visibile ogni anno ma il 2016/2017 sarà particolarmente spettacolare. 

 

Cosa fare e visitare a Oslo:

  • L’Oslo Winter Park per praticare sport invernali all’interno della città
  • La pista di pattinaggio Spikersuppa danvanti al palazzo del Parlamento
  • Riposatevi e riscaldatevi al Kafé Seterstua sulla cima della collina Holmenkollen che sovrasta la capitale
    Temperature: tra -2 e -8

Stoccolma

Stoccolma è una delle città europee che detiene il recordo per il numero di luci natalizie cittadine! Come le altre capitali scandinave potrete praticare sport invernali e rilassarvi nei café più caratteristici del centro storico dopo aver visitato le bellezze della città come il Palazzo reale o il Castello di Drottningholm.

Cosa fare e visitare a Stoccolma: 

  • I mercatini di Natale di Skansen
  • Il palazzo reale (Kungliga Slottet)
  • I negozi di Piazza Stureplan
  • Le piste di pattinaggio all’aperto
    Temperature: tra 0 e -5

Islanda

L’isola dei ghiacci in inverno regala paesaggi unici, luoghi che sembrano generati dalle leggende fantasy, ghiacciai e geyser, vulcani e canyon tracciati dalla pazienza di una natura selvaggia. L’Islanda non è per tutti i gusti ma è indubbiamente una destinazione invernali diversa dalle altre. Ecco perché i voli sono più economici durante l’inverno. Non c’è posto migliore dove ammirare l’aurora boreale.

Il periodo migliore per viaggiare in Islanda è da dicembre a febbraio, tanto fa freddo comunque!
Cosa fare e visitare in Islanda:

  • L’aurora boreale
  • Le piscine e i centri termali
  • Laguna blu, una gigantesca psicina termale naturale a 40 minuti da Reykjavik
  • Fate un tour dei ghiacciai e dei luoghi reali del Trono di Spade

 

Natale e inverno con stile e tradizione in Regno Unito, Belgio e Olanda

 

Belgio: Hasselt | Bruxelles | Regno Unito: Durham | Londra| Olanda: Delft

 

Hasselt

Hasselt è un’accogliente città nel Limburgo belga che acquista maggior fascino nei mesi invernali. Il grande mercato di Natale nella piazza principale riceve molti visitatori provenienti da tutto il mondo. È anche una delle città della moda, con tantissimi negozi, perfetti per lo shopping natalizio.

Hasselt è anche conosciuta come la “Capitale del gusto”, e se siete qui in visita dovrete pur mangiare no? Invece di cercare il solito ristorante italiano gestito da cambogiani provate uno dei ristoranti tipici locali, non ve ne pentirete! Dopo mangiato saltate sul tram cittadino che vi porta in giro a scoprire gli angoli più caratteristici di Hasselt.

 

Cosa fare e visitare a Hasselt:

  • Vi suonerà strano ma dovete assolutamente provare il Jenever, un liquore tipico di Belgio e Olanda al gusto di ginepro, ma disponibile anche al cioccolato, ed il cioccolato belga rende tutto più buono! Non male anche gli Speculoos, i biscotti natalizi allo zenzero, cardamomo e noce moscata.
  • Visitate il Museo Jenever, ascoltate un bel concerto di musica classica in una delle chiese del centro o al Muziekodroom, ma soprattutto gustate il cioccolato di Boon. Semplicemente fantastico!
  • Il grande mercato natalizio e pattinaggio sul ghiaccio.
    Temperature: tra 3 e -1

 

Bruxelles

Bruxelles in inverno attira per l’atmosfera rilassata, gli stupendi mercatini natalizi adornati con enormi alberi decorati e la grande ruota panoramica. Fate un po di pattinagio e concedetevi una pausa in una delle tante birrerie storiche del centro. Il Plaisir d’Hiver rinnova ogni giorno lo spirito natalizio con spettacoli di luci ed eventi dalle 11 alle 22 in varie parti della città.

 

Quando partire per Bruxelles? Dal 25 novembre al 1° gennaio si svolge il Plaisirs d’Hiver.
Cosa fare e visitare a Bruxelles:

  • I mercatini di Natale
  • La pista di pattianggio più grande della citttà a Place de la Monnaie
    Temperature: tra 2 e -4

 

Durham

Benvenuti a Durham una cittadina nel nordest dell’Inghilterra, a metà strada tra Leeds ed Edimburgo. Una di quelle città che indossano le stagioni come un vestito da sera. Passeggiate per le strade acciottolate della città vecchia tra piccoli negozi di artigiani alternati a boutique di grandi marchi ed i vivaci mercatini, continuate lungo il ponte e raggiungete la famosa cattedrale di Durham che è stata trasformata nella Scuola di Magia di Hogwarts in Harry Potter.

Proseguite per il castello dal quale potete godervi una stupenda vista del fiume e della città vecchia, scaldatevi in uno dei tipici bar intorno al castello e proseguite verso la parte nord della città, dove si trova il Museo Vivente di Beamish. Esplorate i 120 ettari del piccolo villaggio che mostra uno scorcio della vita del Nord Est in tre diverse epoche, il 1820, il 1910 ed il 1940. Scoprite le spettacolari scogliere di Durham, i Pennini del Nord e le vallate innevate che svaniscono nella foschia. Se vi annoia passeggiare, potete sempre fare un salto alla pista di pattinaggio sul ghiaccio o prendere il Polar Express, con tanto di cioccolata calda e pasticcini.

 

Cosa fare e visitare a Durham:

  • Vin Brulé e qualsiasi bevanda calda e/o alcolica che possa aiutarvi a combattere il freddo
  • Saltate con i bambini sul Polar Express tour, pattinate sul ghiaccio, visitate le grotte
  • I mercatini di natale sparsi per la città
    Temperature: 3 e -5 gradi

 

Londra

Londra non delude nemmeno d’inverno quando la città si prepara per il natale. Centinaia di decorazioni e piste di pattinaggio e i grandi magazzini carichi di luci e pacchetti.
Il programma perfetto per visitare Londra d’inverno? Un giro sulla pista di pattinaggio di Somerset House, attraversate il Tamigi e visitate i mercatini di natale a South Bank, assaggiate una cialda al cioccolato ed una tazza di vino caldo. Dirigetevi per Regent Street e Oxford street tra negozi e luci natalizie sino a grandi magazzini Liberty.

 

Cosa fare e visitare a Londra:

  • Le piste di pattinaggio davanti al Museo di Storia Naturale
  • Winter Wonderland all’Hyde Park
  • I mercatini di natale al Southbank Centre Christmas Market
  • La parata e i fuochi d’artificio per il nuovo anno

 

Delft

Questa città è bellissima e spettacolare con tutti i suoi canali e in inverno quando i piccoli ponti sono coperti di neve ed i canali si ghiacciano acquista ancora più fascino. Delft è sede di una delle maggiori università dell’Olanda, quindi una buona parta della popolazione è composta da studenti che rendono la città più vivace ed allegra.

Gli olandesi amano il pattinaggio, quindi se siete fortunati ed i canali sono congelati è l’occasione giusta per accettare qualche sfida! Anticamente pattinando lunghi i canali e avreste potuto fermarvi a mangiare biscotti e bere Zopie, una bevanda composta di birra, rum, zabaione, cannella e chiodi di garofano. Il consumo di Zopie fu vietato sulle acque e sulle terre olandesi per questo motivo si iniziò a venderlo sul ghiaccio. Oggi, di solito si consumano principalmente solo caffè o cioccolata calda. Ma potrete rifarvi entrando in qualche ristorantino e ordinando uno Stamppot, un pasticcio di patate e verdure di solito servito con salsiccie o pancetta.

 

Cosa fare e visitare a Delft:

  • Porcellane di Delft e Stamppot
  • Godetevi Delft passeggiando o pattinando per i canali, o ingaggiate una guida esperta alla scoperta della città. Infine scaldatevi al True Blue Delft, dove provare alcuni piatti tipici della zona.
  • Concerti ed eventi natalizi e per l’anno nuovo
    Temperature: tra 5 e 0

 

Spagna e Portogallo per un inverno più mite

Spagna: Segovia | Portogallo: Sintra 

Segovia

Questa città si trova nel centro della Spagna, a circa 90 chilometri a nord di Madrid. Dal 1985 la città vecchia di Segovia e il suo acquedotto sono considerati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Pochi luoghi al mondo possono mostrare in maniera così ben conservata l’impronta lasciata da antiche civiltà. L’acquedotto di Segovia è il miglior esempio di tecnologia della Roma antica della Spagna.

Oltre all’Acquedotto di Segovia potete visitare la Cattedrale, il quartiere ebraico e, naturalmente, l’Alcazar. In inverno è comune trovare la città coperta di neve, uno spettacolo unico della città vecchia e dell’acquedotto completamente ammantati di bianco. A pochi chilometri dalla città di Segovia ci sono molti bei paesaggi naturali come la foresta Valsaín ed il parco naturale Peñalara. Tra le tradizioni invernali tipiche di Segovia non potevo non citare quella del giorno di Natale, nota come il Trotto del Tacchino (in spagnolo “Carrera del Pavo”), una divertente competizione a bordo di una bicicletta senza catena. La gara consiste in un percorso di 550 m, il vincitore si aggiudica un tacchino, il secondo un’anatra e il terzo un pollo.

 

Cosa fare e visitare a Segovia:

  • Segovia è conosciuta in tutta la Spagna per l’arrosto di agnello o maiale alla castigliana. Si tratta di un piatto così popolare che molti turisti stranieri visitano la città anche solo per assaggiare questa delizia.
  • Segovia si trova molto vicino alla Sierra de Guadarrama, durante l’inverno dispone di 4 stazioni per praticare sport invernali come lo sci, lo sci di fondo o lo snowboard. Il migliore è il La Pinilla con piste per tutti i livelli.
  • L’Indie Winter Festival City (WIC) dura tutto l’inverno, in modo intermittente tra i mesi di novembre fino all’arrivo della primavera. Ha un programma di artisti nazionali ed internazionali che rallegra la città nel periodo più freddo dell’anno.
    Temperature: tra 9 e -5

Sintra

Sintra è una piccola cittadina portoghese circondata da un bosco a pochi chilometri dal mare ed è considerata Patrimonio dell’UNESCO. Lord Byron la definì la città più bella del mondo. In estate è molto affollata, ma in inverno, quando i turisti sono molti meno e la città è più silenziosa e solitaria allora potete tranquillamente godere della bella Sintra dei suoi magnifici edifici storici tra cui lo spettacolare Palácio da Pena, all’interno del Parco Nazionale di Sintra-Cascais.

Sintra è a pochi passi dalla costa, che si affaccia completamente verso l’Oceano Atlantico, questo punto è particolarmente famoso per la forza e la dimensione delle onde che sono ancora più spaventose durante i mesi invernali. Praia Grande è la spiaggia più famosa della zona, è molto esposta al vento, e le onde che si formano sono perfette per i surfisti, che sono gli unici a fare il bagno nell’Atlantico durante l’inverno.

Una volta arrivato il nuovo anno, la mattina del 1 gennaio, i portoghesi scendono in piazza a cantare le Janeiras. Una sorta di canti natalizi con testi legati al Natale. La tradizione vuole che si vada a cantare alle porte di tutto il qurtiere per augurare un buon anno a tutti i vicini. In cambio si ricevono in dono gli avanzi della cena, frutta secca o caramelle.

 

Cosa fare e visitare a Sintra:

  • Le famose Queijadas, tipiche di Sintra, con più di sette secoli di tradizione, è un delizioso dolce a base di formaggio, uova e farina.
  • Una giornata nel Parco Nazionale di Sintra-Cascais si presenta come il piano perfetto per scoprire la ricchezza dei paesaggi di Sintra. Viste le dimensioni è meglio munirsi di un mezzo di trasporto. È diviso in due zone, la zona agricola dove si coltivano frutta e vino e l’altra zona con spiagge, scogliere e dune. È possibile visitare i vigneti e fare una degustazione dei vini della zona chiamata Colares. Un altro luogo da non perdere è il capo Rock. Il punto più occidentale d’Europa.
    Temperature: 10 gradi

 

Verona

Non è retorica definire Verona una delle città più belle d’Italia, una storia ricchissima ed un centro storico mozzafiato con più di 2000 anni di storia ed un’architettura unica. Anche d’inverno mantiene il suo fascino e potete perdervi facilmente tra le antiche stradine in pietra della città fortificata, passando davanti all’Arena, simbolo della città, e godervi il mercato di Santa Lucia con i suoi 300 banchetti pieni di giochi e prodotti tipici, o la Mostra Internazionale del Presepe che espone 400 esemplari storici provenienti da musei e collezioni private.

Oppure visitate la strada del balcone di Giulietta, e confessate i vostri sentimenti alla vostra damigella mentre palpate il seno della statua di Giulietta (per un nuovo anno fortunato). In Piazza dei Signori potete continuare lo shopping o avvinazzarvi per combattere il freddo al Mercatino Natalizio di Norimberga. Passeggiate sino a Castel San Pietro sull’omonimo colle e godetevi la vista sulla città mentre la nebbia lentamente trasforma la città in una roccaforte incantata.

 

Cosa fare e visitare a Verona:

  • La cucina veronese è semplice e saporita e propone ricette dal gusto medievale come il famoso Nadalin, padre del delizioso pandoro di Verona, o la Pastissada de Caval che secondo la leggenda risale al 489 DC.
  • Visitate in bici o a cavallo i 2 parchi naturali del fiume, le terme naturali di Villa dei Cedri, o esplorate Monte Baldo anche definito l’orto d’Europa.
    Temperature: 8 e -2 gradi

 

Volete avere più informazioni su queste città o sapere come viverle da veri “insider”? Unitevi alla community dei “Locals” di tutta Europa e condividete i vostri viaggi.  Riceverete consigli pratici e suggerimenti che solo uno del posto può dare. Che state aspettando?

Omio_The_Locals_Banner