Cultura

Benvenuti all’ultimo numero della rivista The Window Seat. Questo mese scopriamo in che modo la “Cultura” si riflette nella nostra storia, rafforza i nostri legami ed è capace di farci esplorare il mondo.

Al Guggenheim Bilbao, il rivestimento in titanio lucido riflette sulla sua superficie il cielo e il fiume Nervión. Credit: Jorge Fernandez Salas/Unsplash

All’avanguardia

Affina la tua cultura in cinque musei europei dove l'architettura è spettacolare come l'arte ospitata all’interno

Di solito non giudichiamo un libro dalla copertina, ma quando si tratta di musei, non è solo ciò che c’è dentro a meravigliarci, ma anche ciò che c’è fuori.

La bellezza può venire dall’interno, ma questi cinque edifici progettati ad arte sono diventati attrazioni in se stessi e a tutti gli effetti, vantando facciate spettacolari al pari dell’arte esposta al loro interno. Quindi, siediti, rilassati e fai un tour nei musei d’arte più chic d’Europa.

Discalimer: a causa delle restrizioni COVID-19, alcuni musei potrebbero essere attualmente chiusi o gli orari di apertura potrebbero variare di giorno in giorno. Assicurati di consultare il sito web del museo e di controllare le ultime linee guida sulla sicurezza prima di pianificare la tua visita.

Vitra Design Museum, Weil am Rhein, Germania

Iniziamo il nostro tour artistico nella piccola città tedesca di Weil am Rhein, al Vitra Design Museum. L’architetto americano Frank Gehry ha creato questo accattivante lavoro di decostruttivismo nel 1989. La dinamica facciata in gesso bianco vanta un mix espressivo di volumi cubici, torri e rampe che rispecchiano la funzionalità interna. Dentro troverai quattro grandi gallerie espositive dedicate al design e all’architettura e al rapporto tra l’arte e la cultura quotidiana, nonché mostre a tema. Il museo, di fama internazionale, vanta opere di molte celebrità nel mondo dell’architettura contemporanea tra cui il compianto Zaha Hadid e Herzog & de Meuron.

Gli appassionati possono prenotare un approfondito tour architettonico di due ore intorno al museo, al Vitra Campus e nei suoi dintorni. La visita include una stazione di servizio di Jean Prouvé e la Vitra Slide Tower dell’artista Carsten Höller. Quest’ultima offre ai visitatori una vista spettacolare completa di un lungo tubo a scivolo dal quale si può effettuare l’uscita.

Weil am Rhein

Louisiana Museum of Modern Art, Humlebaek, Danimarca

Al Louisiana Museum of Modern Art di Humlebaek, in Danimarca, situato sulla costa vicino a Copenaghen, architettura e natura vanno di pari passo. Grazie agli architetti Jørgen Bo e Vilhelm Wohlert, il discreto design modernista danese del museo si fonde armoniosamente con il paesaggio. Wohlert si è ispirato al periodo in cui studiava a Berkeley, in California, e agli edifici intorno alla baia di San Francisco, mentre Bo ha fatto tesoro della semplicità tipica dell’architettura giapponese. Il duo ha inoltre sviluppato ampi pannelli in vetro che migliorano la luce e l’ambiente. Guarda fuori dall’ala nord in una giornata limpida, riuscirai a vedere la Svezia!

Il museo, che ha aperto le sue porte nel 1958, originariamente ospitava solo arte danese, ma oggi vanta sette estensioni e ha ospitato mostre di Jackson Pollock, Henry Moore e Arne Jacobsen, solo per citarne alcuni, cosa che ad oggi rende il museo una meta internazionale per l’arte moderna e contemporanea.

Weil am Rhein

Museo Guggenheim, Bilbao, Spagna

La struttura espressionista e scultorea del Guggenheim di Bilbao ha ridefinito il paesaggio urbano e rivitalizzato il suo lungofiume sin dalla sua apertura nel 1997, dando il via alla rinascita della città basca. Il capolavoro colosso di Frank Gehry (24.000 metri quadrati) è stato definito uno degli esempi più influenti e rivoluzionari dell’architettura del XX secolo, grazie al suo esterno futuristico in titanio e alle sue forme fluide e senza precedenti.

Grandi cortine di vetro collegano interno ed esterno, giocando magistralmente con la luce del giorno sull’edificio curvilineo, che sembra contorcersi verso il cielo. Il museo vanta 20 sale espositive collegate tra loro su tre livelli, che ospitano arte moderna e contemporanea. Troverai imponenti opere permanenti di Jeff Koons e Richard Serra, nonché dipinti di Jean-Michel Basquiat, Andy Warhol e di altri artisti locali.

Bilbao

Fondazione Prada, Milano, Italia

Nata come distilleria di gin all’inizio del 1900, la Fondazione Prada ha aperto nel 1993 come complesso per l’arte, l’architettura e il cinema contemporanei nella zona sud di Milano. Il progetto è stato guidato dall’architetto olandese Rem Koolhaas di OMA. Al complesso storico sono state aggiunte sezioni moderne, di modo che ora l’intero complesso si compone di sette strutture per una superficie totale di oltre 19.000 metri quadrati.

La fondazione dovrebbe essere vista come una rovina industriale riqualificata, piuttosto che come un museo classico, un luogo in cui l’arte contemporanea e l’architettura interagiscono in modo dinamico. Puoi visitare lo studio del regista Jean-Luc Godard o salire sui cinque livelli della torre e visitare le mostre d’arte. Hai mai sognato di entrare nel magico mondo di Wes Anderson? Visita il Bar Luce, un elegante caffè milanese retrò decorato in verde vintage, progettato dal regista nel 2015.

Milano
Alla Fondazione Prada, la scintillante “haunted house” dà un tocco di colore all’ex distilleria. Credit: Bas Princen/Fondazione Prada 

Centre Pompidou-Metz, Francia

Il Centre Pompidou-Metz, in Francia, è stato progettato dall’architetto giapponese Shigeru Ban nel 2010. Questo innovativo complesso è un’estensione del museo Pompidou di Parigi e vanta tre ampie gallerie nella sezione principale e una guglia centrale alta 76 metri. Ban rende omaggio allo stile neo-romanico della città, un tempo occupata dai tedeschi, e utilizza una forma esagonale sulla struttura del tetto in legno per simboleggiare la Francia, prendendo ispirazione anche dai modelli dei cesti cinesi in canna intrecciata . Dalle finestre si possono ammirare immagini da cartolina della cattedrale della città e del parco Seille.

Metz