Il centro storico della splendida Riga, in Lettonia, è patrimonio dell'UNESCO. Credit: Shutterstock

Come viaggiare in autobus nei Paesi baltici

Vieni a scoprire un’area magica, ricca di castelli, foreste, architettura impressionante e con una vivace scena gastronomica

Published 03/17/2022 by Inés Barús

Hai presente quei tre piccoli Paesi nel nord dell’Europa? Quelli con una storia di feudalesimo e invasioni, quelli che furono conquistati dalla Russia nel XVIII secolo e che non riuscirono a liberarsi completamente fino al 1990? Riuscirono a conquistare lo loro indipendenza grazie a una protesta pacifica conosciuta come Rivoluzione Cantata, quando due milioni di persone si unirono in una catena umana lunga 675 km. Le guide turistiche spesso mettono da parte i Paesi baltici per concentrarsi su altre destinazioni più di tendenza ma, così facendo, non rendono giustizia a questa zona. I Paesi baltici hanno molto da offrire e sono anche relativamente economici.

Estonia, Lettonia e Lituania hanno una superficie totale di 175 km quadrati, il che rende i viaggi su strada la modalità ideale per visitarli. Viaggiare in autobus è comodo, confortevole e a basso impatto ambientale, poiché riduce le emissioni di CO2 in confronto ai viaggi in aereo. Negli ultimi dieci anni le compagnie di autobus baltiche come  Lux Express, Ecolines e Kautra  hanno migliorato il loro servizio e offrono diversi comfort, tra cui macchine del caffè a bordo, WiFi gratuito, poggiagambe e schermi individuali.

Tenendo a mente questo, abbiamo studiato un percorso in autobus per portarti dall’Estonia fino alla Lituania passando dalla Lettonia (o viceversa se preferisci). 

Parte 1. Da Tallinn a Riga

L’Estonia è leader mondiale in quanto a progresso tecnologico: il Paese è stato il primo a organizzare le elezioni in formato elettronico e la sua capitale,  Tallinn, è un’incubatrice di start-up e brulica di expat. Il più settentrionale dei Paesi baltici è forte anche in fatto di ecologia, il che ha senso se si pensa che oltre la metà della sua superficie è ricoperta da boschi.

Tallinn

Tallinn ha uno splendido centro storico, patrimonio dell’UNESCO, con vicoli acciottolati medievali. Palazzo Kadriorg, un impressionante complesso barocco costruito in origine per Pietro il Grande nel XVIII secolo, è sede del Museo di Arte estone o Kumu. Se cerchi delle architetture più contemporanee, vai nel quartiere Rotermann o visita la Telliskivi Creative City, un’ex fabbrica che ospita boutique di design, ristoranti e il museo Fotografiska Tallinn, fratello dell’omonimo museo di Stoccolma.

La città ha un vivace panorama gastronomico con numerosi ristoranti innovativi che accostano la cucina tradizionale estone e dell’Europa dell’Est a sapori più moderni. Rataskaevu 16 vanta un ottimo menù dei vini e piatti ricchi come il brasato di alce servito con salsa di ribes nero. Da Samsa Family Bakers, un locale di street food nel centro storico, troverai i migliori chebureki (una sorta di empanada fritta) della città.

Come arrivare: LuxExpress e Ecolines operano un collegamento di circa quattro ore e mezza. Viaggerai dalla città fino alla periferia, attraverserai l’hinterland per poi fare una sosta nella località balneare di Pärnu e arrivare infine a Riga.

Parte 2. Da Riga a Vilnius

La Lettonia ha la bandiera più antica al mondo, risalente al 1279, e la sua capitale, Riga, ospita la maggior parte della popolazione del Paese (oltre 600.000 persone). Il centro storico di Riga, altro sito patrimonio dell’UNESCO, è composto da un mix di edifici romanici, gotici e barocchi, nonché da palazzi in stile Art Nouveau sulla Alberta iela e storiche case in legno nel quartiere Kalnciema.

Riga

La città vanta inoltre una Beer Spa nel centro storico, dove potrai rilassarti immergendoti nella birra calda mentre bevi un boccale della stessa bevanda fresca e ti coccoli con i trattamenti effettuati con diverse piante medicinali. L’Opera Nazionale e il Balletto nel 2015 hanno visto esibirsi il figlio della città Mikhail Baryshnikov, mentre la chiesa di San Pietro, un gioiello gotico del XIII secolo, offre le migliori viste sulla città dalle sue guglie. Attraversando il fiume Daugava troverai la Biblioteca Nazionale, anche conosciuta come il Castello della Luce, una struttura ricoperta di vetro opera dell’architetto lettone naturalizzato americano Gunārs Birkerts.

La cucina lettone è ricca di carne, ideale per i suoi freddi inverni, ma puoi facilmente trovare alternative vegetariane e vegane a Riga. Milda serve piatti tradizionali a prezzi ragionevoli in una bella atmosfera.

L’Apsara Tea House è un luogo unico situato dentro a un parco, un accogliente chiosco con il proprio marchio di tè. Risali la scala a chiocciola e siediti davanti alle finestre panoramiche mentre sorseggi una bevanda calda.

Come arrivare: LuxExpress, Ecolines e Kautra operano un collegamento della durata di circa quattro ore. Viaggerai attraverso le campagne e passerai davanti alle tradizionali case in pietra prima di raggiungere il centro commerciale di Vilnius ed entrare in città.

Parte 3. Vilnius

La Lituania è il centro geografico dell’Europa, in particolare il piccolo villaggio di Purnuškės, situato a 26 km dalla capitale Vilnius. E sì, hai indovinato. Anche il centro storico di Vilnius è un sito patrimonio dell’UNESCO. Questo, però, è il più esteso di tutti i Paesi baltici. Se vuoi vederlo tu stesso, sali sulla torre Gediminas, ciò che rimane di un castello del XIV secolo. La Porta dell’Aurora, risalente al XVI secolo, fu originariamente eretta per difesa, ma oggi è un sito di pellegrinaggio per i russi ortodossi.

Vilnius

Hai visto “Chernobyl” su Sky Atlantic tutto in un fiato appena è uscito? Allora devi assolutamente vedere il Museo delle occupazioni e lotte per la libertà, un ex edificio del KGB nel quale è stato ambientato il film.

Il luogo più celebre di Vilnius è senz’ombra di dubbio Užupis, un quartiere bohémien situato sulla riva opposta del fiume Vilnelė. I suoi residenti hanno dichiarato l’indipendenza nel 1997 e questo quartiere ha un proprio presidente, una propria costituzione e una propria moneta!

Vilnius, come le altre capitali baltiche, ha un panorama gastronomico innovativo con locali di tendenza come Amandus. Se vuoi rifocillarti e contribuire a una causa sociale, vai da Pirmas Blynas, un locale che serve pancake e che impiega persone con disabilità. Il loro menù stagionale comprende pancake dolci e salati, tra cui uno speciale pancake creato dall’impiegato del mese.

La capitale lituana è conosciuta per i suoi locali unici, come il Cat Cafe Kačių Kavinė, ideale per gli amanti dei gatti. L’accesso è libero e qui potrai fare colazione o pranzare e sorseggiare un cattuccino in compagnia di una famiglia di 15 gatti ben curati.