Buongiorno, Roma! Ecco la luce de "la grande bellezza". Credit: Shutterstock

Cosa vedere a Roma: una guida alla città

Una guida per godersi al meglio la dolce vita nella città capitolina

Published 03/01/2021 by Nora Cavaccini

Roma è una città travolgente, un museo a cielo aperto di monumenti storici e antiche rovine cui si deve la sua proverbiale bellezza. L’antichità, unita al fervore della città moderna e cosmopolita, crea un mix inebriante e grintoso, cui sarà difficile resistere. 

Il clima, mite nella maggior parte dell’anno, invita a stare all’aria aperta: le piazze di Roma, piccoli gioielli di architettura, sono anche un luogo di incontro, in cui i romani si riuniscono per chiacchierare, magari prima di spostarsi in qualche locale in cui consumare un aperitivo al tramonto. 

Roma è una città da esplorare camminando e che ricompenserà le tue fatiche con vicoli e scorci romantici, cupole e campanili che svettano verso il cielo e fontanelle di acqua potabile praticamente ad ogni angolo di strada. Esci la mattina presto, quando la città è ancora calma e silenziosa, e percorri il lungotevere, solcato da ponti che regalano una vista mozzafiato. Vivaci e sempre animati anche i quartieri più giovani e alternativi, come San Lorenzo o il Pigneto, lontani dal centro storico ma capaci di offrire uno spaccato sulla vita quotidiana della città. Prima di andartene poi, lancia una monetina nella fontana di Trevi: leggenda vuole che questo ti assicurerà di ritornare ancora una volta nella città eterna. 

Come arrivare

Tutte le strade portano a Roma, recita il detto, e  raggiungere la città è infatti semplicissimo: è servita da due aeroporti – Roma Fiumicino e Roma Ciampino – di modo che potrai trovare facilmente un volo adatto a alle tue esigenze. La stazione ferroviaria di Roma Termini è poi centralissima. 

Se invece preferisci i viaggi in pullman, la comoda autostazione di Roma Tiburtina sarà il tuo punto d’arrivo per cominciare a muoverti in città.

Roa
Cosa vedere a Roma: una guida alla città
Un legame indistruttibile: la città è sempre al fianco del mitico Tevere. Credit: Shutterstock

Dove mangiare 

Nonostante i ritmi frenetici, i romani non rinunciano a cominciare la giornata con un cappuccino cremoso e un cornetto. Il caffè invece, rigorosamente espresso senza necessità di specificarlo, scandisce quasi ogni momento della giornata e viene ordinato e consumato velocemente al bancone del bar. Noi ti consigliamo di fare colazione a Sant’Eustachio, un bar storico che dal 1938 ha una lunga tradizione nell’arte del caffè e che è anche una torrefazione. Una vasta scelta di miscele e prodotti, tra cui assaggiare anche il mitico liquore al caffè! A un passo dal Pantheon questo luogo non ti deluderà, ma preparati anche all’eventualità di una breve fila: il bar è un’istituzione per i romani! 

A pranzo non perderti l’occasione di assaggiare il carciofo alla giudia da Sora Margherita. Questa trattoria, nel cuore dell’antico ghetto, offre piatti tipici romani, con porzioni abbondanti e pasta fresca rigorosamente fatta a mano, tra cui la celebre cacio e pepe

Le pareti del locale sono ricoperte di articoli di vecchi giornali, note scritte a mano, e foto che mostrano come questo luogo storico sia frequentato anche da attori importanti, che si confondono tra abituali clienti in un ambiente rustico ma caratteristico. 

Ad ora aperitivo sorseggia un bicchiere di vino o uno Spritz Ai Tre Scalini, mentre il sole viene a tingere di rosso i vicoli del quartiere Monti. Questa enoteca, accogliente e dall’atmosfera sempre vivace, offre un’ampia scelta di vini e un menù sfizioso. Prova le salsiccette di maiale al tartufo o la caponata di melanzane in agrodolce. 

Il quartiere Testaccio, situato nella zona sud della città, a ridosso della Piramide Cestia e di Porta San Paolo, è invece uno dei nostri prediletti per la cena. È un quartiere molto vivace, simile a un piccolo paese, animato giorno e notte dagli abitanti del posto e con un’anima verace e popolare. 

Il quartiere brulica di ristoranti e il nostro consiglio e di mangiare da Piatto Romano. Come suggerisce il nome stesso, qui troverai i piatti migliori della tradizione romana insieme a una ricca scelta di antipasti, tra cui i cardi e le alici fritte, il radicchio e i carciofi, con porzioni abbondanti e un servizio cortese e molto efficiente! 

Se invece vuoi solo bere, tuffati nel cuore della vita notturna partendo con un cocktail da Freni e Frizioni. Nel cuore di Trastevere, questo cocktail bar è celebre per l’happy hour. I drink sono dannatamente buoni, soprattutto il mojito, ed è un ottimo luogo per socializzare: nell’ampio spazio all’aperto, proprio davanti al bar, le persone sostano chiacchierando nella vivace atmosfera trasteverina. Già che sei in zona, fai una tappa anche al Bar San Callisto. Si tratta di un bar storico, con un’atmosfera unica, frequentato da artisti, gente di strada, con persone di ogni estrazione sociale e provenienza. Un luogo rimasto intatto nel tempo e una pietra miliare del quartiere Trastevere.

Cosa fare e cosa vedere a Roma

Cosa vedere a Roma: una guida alla città
Uno spettacolo epico: il Foro Romano è uno dei luoghi più visitati al mondo. Credit:Shutterstock

Immergiti nell’arte… senza spendere un soldo! Roma è un museo a cielo aperto per godere del quale non è necessario mettere mano al portafogli. I fasti dell’antichità della Roma imperiale sono il necessario punto di partenza per questo itinerario. Da Piazza Venezia percorri i Fori Imperiali, l’area archeologica più importante della città. A sinistra, i Mercati di Traiano, sede delle attività amministrative e commerciali nell’antica Roma; a destra il Palatino, uno dei sette colli romani, che offre un panorama sbalorditivo sui templi e i resti dei palazzi imperiali, tra cui la Domus Augustea (casa del primo imperatore romano), e il Palazzo Domiziano. 

Qui vedrai anche i gabbiani appoggiarsi sulle colonne e mettersi quasi in posa per una foto. Raggiungi quindi il Colosseo. Edificato nel 72 d.C, non ha bisogno di presentazioni: davanti a lui ogni moderno stadio di calcio impallidisce! 

Come è noto, il Colosseo era un anfiteatro che ospitava spettacoli di vario genere nell’antica Roma, tra cui lotte con gli animali e combattimenti tra i gladiatori. Poteva ospitare fino a 50.000 persone, un pubblico che veniva diviso per i cinque livelli dell’edificio a seconda dell’estrazione sociale: il pubblico più vicino all’arena era anche quello del rango più alto.  

Di struttura ellittica, il Colosseo è fatto di mattoni e ricoperto in travertino e nonostante abbia subito un logoramento, a causa del tempo e degli attacchi durante la Seconda Guerra Mondiale, rimane ad oggi una delle sette meraviglie del mondo e il vero simbolo della città di Roma. 

Mentre sei in centro, non perderti poi la scalinata al Campidoglio, dove la statua equestre di Marco Aurelio troneggia in una delle piazze più belle della città, sede del governo comunale e dei Musei Capitolini. 

Parlando di scalinate, la più famosa resta senz’altro quella di Trinità dei Monti, con il suo scenografico raccordo tra l’omonima chiesa e la sottostante Piazza di Spagna, decorata da numerose terrazze giardino e luogo di incontro per romani e turisti. 

Recati poi nella chiesa di San Pietro in Vincoli, nel quartiere Monti, per ammirare la possente statua di Mosè scolpita da Michelangelo per la tomba del papa Giulio II, quando il celebre artista, protagonista del Rinascimento italiano, omaggiò Roma con un lungo soggiorno foriero di molte opere importanti, tra cui la Cappella Sistina. 

Ma Roma è anche città barocca con protagonisti di eccellenza come Caravaggio, Bernini e Borromini, le cui opere potrai ammirare sempre gratuitamente in diversi luoghi della città. 

Visita ad esempio la piccola chiesa di Santa Maria della Vittoria, a un passo da Piazza della Repubblica, e ammira l’estasi di Santa Teresa del Bernini, un’opera scenografica che rappresenta la santa investita di luce e con un’espressione trasfigurata dalla visione divina. 

Il genio del Bernini si esprime anche nella celebre Fontana dei Fiumi, a Piazza Navona, fronteggiata dalla chiesa di Sant’Agnese in Agone, realizzata dal Borromini, una tappa fondamentale tra i posti da visitare a Roma.  A pochi passi da qui, nella Chiesa di San Luigi dei Francesi, potrai poi assistere al ciclo di dipinti che Caravaggio realizzò per la Cappella Contarelli, dedicati alla storia di San Matteo. Con una breve camminata, potrai poi raggiungere quindi la piazza del Pantheon. Costruito nel 27 a.C per volere di Marco Vipsanio Agrippa, genero di Augusto, l’edificio era dedicato alle sette divinità planetarie e da qui il nome, che, in greco, significa “di tutti gli Dèi”. Osserva il cielo dall’oculus della cupola… ma fai attenzione in caso di pioggia!

Per avere invece un assaggio – sempre gratuito – della Roma novecentesca in stile liberty, recati invece nel quartiere Coppedè, una vera chicca fuori dalle rotte più turistiche.

Entra da via Dora, attraversando il monumentale arco di pietra, e scopri Piazza Mincio, con la fontana delle rane, il Palazzo del Ragno e i Villini delle fate. Ti aspetta un mix di stili architettonici: influenze medievali, greche antiche, Art Nouveau, neoclassiche e barocche, che si uniscono in questo quadrilatero creando un’atmosfera unica e da fiaba.

A Roma non tutto è gratuito, naturalmente, ma vale sicuramente il prezzo del biglietto una visita ai Musei Vaticani, di cui le Stanze di Raffaello e la Cappella Sistina di Michelangelo, sono solo i due fiori all’occhiello di una delle collezioni d’arte più importanti al mondo. Molto affascinante è anche la “Galleria della Carte Geografiche” che riporta sulle pareti una curiosa esposizione, voluta da Papa Gregorio XIII, delle diverse regioni d’Italia, una testimonianza cartografica preziosa dello stato dei luoghi in quell’epoca.  

Visita anche il Cortile della Pigna, adiacente alle sale del Museo: qui potrai ammirare opere d’arte antiche e moderne, tra cui la sfera dello scultore Arnaldo Pomodoro. 

A ridosso dei Musei, non può mancare la Basilica di San Pietro, uno dei più grandi edifici al mondo, dimora del papa e sede universale della Chiesa Cattolica. La Basilica è il frutto delle maestrie di alcuni dei nomi più importanti della storia dell’Arte italiana, tra cui spiccano ancora quello di Michelangelo e del Bernini. A quest’ultimo, in particolare, si deve l’imponente colonnato della piazza, che accoglie il visitatore come in un abbraccio.  Se poi vuoi avere invece una vista privilegiata, e del tutto originale, sulla Basilica di San Pietro, vai a spiare dal buco della serratura! Cerca il cancello del Priorato dei Cavalieri di Malta, sull’Aventino, e avvicina l’occhio al buco in cui si inseriva la chiave… ecco una veduta panoramica ed emozionante di una delle cupole più celebri al mondo, goduta in una prospettiva che non dimenticherai facilmente.

Se progetti di stare a Roma per qualche giorno, ti consigliamo infine una passeggiata nel Parco dell’Appia Antica. La più famosa e antica tra le strade romane, si snoda in un percorso che permette una passeggiata, a piedi o in bicicletta, immersi nel verde e circondati da vestigia storiche… sepolcri, resti di ville, catacombe, in un’atmosfera idilliaca e fiabesca. 

La Regina Viarum, come veniva chiamata, collegava la città eterna con Brindisi (il principale porto sull’Adriatico ai tempi dell’antica Roma), e non stupisce quindi che il cammino sia costellato di testimonianze archeologiche preziose, in particolare a ridosso di Roma. Tra le nostre tappe preferite spicca sicuramente il Parco degli Acquedotti, che lambisce la campagna romana e il Parco della Caffarella. 

Al tramonto ti regalerà un’esperienza unica, con il profilo degli imponenti archi in pietra degli acquedotti che si stagliano contro una natura ancora incontaminata, dove per un momento potrai dimenticare i rumori di quel traffico che rende anche tristemente nota la città.

Dove dormire


Colosseum Forum apartment

Quando sei a Roma, fai come i romani! Soggiorna in questo appartamento spazioso, vicinissimo al Colosseo. È dotato di tutti i comfort di una casa, incluso un grazioso soggiorno con ampio tavolo in cui godersi una cena o una più lenta colazione. Arredamento vintage, armadi spaziosi, e un divano letto extra che risulterà utilissimo in caso di bambini o ospiti. I colori verdi alle pareti invitano alla tranquillità ma ti basterà uscire di casa per essere subito nel cuore della febbrile vita cittadina. Ideale per brevi e lunghi soggiorni. 


Roa

iRooms Central Station
Nel cuore del rione Monti, a 1 km di distanza appena dalla Stazione Termini, questo hotel dal design innovativo mette a disposizione stanze a tema, modernissime, alcune con vasca idromassaggio jacuzzi, altre con una grotta Spa illuminata da soffusi giochi di luce (la nostra preferita). Ogni stanza è dotata di iPad con controllo luci e minibar gratuito. È possibile anche prenotare un pacchetto romantico e godersi il soggiorno con prosecco, frutta e cioccolatini, con una musica di sottofondo a dare il benvenuto!