Ammira il tramonto a Danzica, la più grande delle tre città, un tempo indipendente dalla Polonia. Credit: Shutterstock

Un weekend nella Trójmiasto, la Tripla Città affacciata sul Baltico

Tre al prezzo di una nella parte più alla moda della costa polacca! Scopri Gdynia, Sopot e Danzica in 72 ore
Published 04/15/2022 by Inés Barús

Hai già visitato Varsavia, capitale e centro culturale della Polonia, e Cracovia, con le sue piazze medievali e i monumenti patrimonio dell’UNESCO. E adesso? È arrivato il momento di andare a esplorare la Tripla Città (Trójmiasto). Quest’area nel nord del Paese si estende sulla costa del Mar Baltico e vede sorgere tre diverse città nel raggio di soli 23 km. Insieme formano un’area metropolitana, ma ogni città è unica nel suo genere. E poiché sono ben collegate dai trasporti pubblici, spostarsi da una all’altra sarà un gioco da ragazzi!

Trójmiasto, nel voivodato della Pomerania, comprende le città di Gdynia, Sopot e Danzica. Quest’ultima è la più famosa e la più turistica, e proprio per questo abbiamo messo a punto un itinerario che la prevede come ultima tappa di un lungo weekend trascorso ad esplorare le altre due città meno conosciute. Unisciti a noi in un viaggio di tre giorni nelle tre città e scopri cosa rende ciascuna di loro così speciale.

Gdynia: la città dal cuore rurale

Cento anni fa, questo tranquillo villaggio di pescatori salì agli onori della cronaca quando la Società delle Nazioni dichiarò la vicina Danzica una città libera. Gdynia diventò il principale punto di accesso al Corridoio di Danzica, il che risultò in un fantasioso mix di stili architettonici: dal modernismo al socialismo al post-comunismo polacco.

Gdyania non sarà una città turistica, ma il fascino non le manca. Esplora le spiagge vicine, gli accoglienti caffè e i ristoranti tradizionali. Gli appassionati di storia non possono perdersi il Museo Navale (Muzeum Marynarki Wojennej) per vedere l’ORP Błyskawica, una nave bellica risalente alla Seconda guerra mondiale che rivestì un ruolo di fondamentale importanza nella vittoria degli Alleati. Passeggia lungo il molo fino all’acquario di Gdynia (Akwarium Gdyńskie) o vai a visitare il Museo dell’Emigrazione (Muzeum Emigracji), che racconta 200 anni di emigrazione polacca. 

Polonia

La cultura del caffè è parte integrante della città. Al Café Cyganeria, con i suoi tavoli in legno, i mattoni a vista e le luci soffuse, troverai alcuni dei migliori cappuccini della città, nonché zuppe, panini e wrap.  Aleja40 vanta invece un design moderno e un’atmosfera familiare, ed è il luogo ideale per un brunch tardivo con la sua selezione di shakshuka (un piatto di origine mediterranea composto da uova al sugo), toast, pasticcini e bagel.

Sopot: un’esclusiva località termale

Sopot è una sorta di Montecarlo dell’Europa dell’Est. Aspettatevi un’atmosfera glamour, spiagge di sabbia, boutique hotel e una vita notturna vivace. Questa città estiva è diventata un’esclusiva meta delle vacanze per le élite europee nel 1824, grazie all’apertura di uno stabilimento balneare e di una spa, la prima nel suo genere ad avere anche una sala da ballo. Bombardato durante la Seconda guerra mondiale, l’edificio fu ricostruito e riaperto nel 2009 e ospita oggi la Pinacoteca statale (Państwowa Galeria Sztuki).

Lungo il viale pedonale Monte Cassino, che si estende per oltre 600 metri e culmina nell’emblematico molo,  si susseguono numerosi bar, ristoranti e locali notturni. Il viale è anche il punto di partenza perfetto per un’escursione in bici o a piedi lungo i sentieri vicini.

Polonia

A Sopot si respira una piacevole atmosfera tutto l’anno e, nonostante le piccole dimensioni, in estate la città è davvero vivace. Lo vedrai tu stesso al Restauracja Modern Food & Wine, dal quale potrai godere di una vista mozzafiato sul mare. Qui potrai assaporare il pesce fresco ogni giorno, gustare la cucina mediterranea e ammirare gli interni moderni mentre guardi la gente passare. E se preferisci la cucina polacca tradizionale, da NOVA Sopot troverai aringhe, carpaccio di salmone, cotechino di manzo lesso, frittelle di patate e un’ampia selezione di salse saporite adatte anche a vegani e vegetariani.

Danzica: la sorella maggiore indipendente

La più antica e più grande delle tre città, Danzica, era un piccolo villaggio di pescatori nel VII secolo. Diventò poi un importante polo commerciale grazie alla sua posizione strategica, e fu proprio qui che i mennoniti olandesi, fuggiti dai Paesi Bassi nel XVI secolo, si insediarono e diedero forma alle splendide architetture che vediamo ancora oggi. Danzica è una città ricca di storia e cultura marittima, come testimoniato dalla Via Reale, dalle numerose porte cittadine e dal pittoresco lungofiume. Gli storici cantieri navali meritano una deviazione, poiché qui potrai ammirare il Brama Żuraw, una gru portuale risalente al Medioevo.

Come molte altre città polacche, Danzica e il suo centro storico furono bombardati durante la Seconda guerra mondiale e ricostruiti qualche anno più tardi. Visita la casa Uphagen (Dom Uphagena) per immergerti nella vita quotidiana della borghesia nel XVIII secolo, o visita l’ampia collezione di manufatti e cimeli nel Museo della Seconda guerra mondiale (Muzeum II Wojny Światowej) con i suoi impressionanti blocchi narrativi. Il Centro europeo di Solidarność (Europejskie Centrum Solidarności) contiene una libreria, un centro di ricerca e un museo che documenta la caduta del comunismo.

Danzica è sempre stata una città cosmopolita, e questo è evidente in luoghi come il Pilipili Cafe & Drink Bar. Il caffè appartiene a una catena di hotel di Zanzibar, e ha la missione di portare un po’ del Paese africano in Polonia. Assapora autentiche specialità come l’Americano Chilli o l’Amanula Latte, o sorseggia i cocktail tipici come la Rosa di Zanzibar, composto da vodka, acquavite alla pesca, lime e granatina con sciroppo allo zucchero. Un altro dei luoghi più popolari della città è Canis, che serve piatti tradizionali polacchi e vanta un’atmosfera accogliente e vivace e jam session dal vivo. Sorseggia un bicchiere di riesling polacco accompagnandolo con un filetto di manzo o un’insalata surf and turf. Anche i vegetariani avranno l’imbarazzo della scelta!

Polonia