La vera esperienza dell'Oktoberfest include un Maß di birra, forse due. Credit: Shutterstock

O’zapft is!: la tua guida all’Oktoberfest per principianti

Se tutti conoscono l'Oktoberfest di Monaco, esplora anche queste alternative internazionali e scopri di più sulle radici della Wiesn

Published 08/01/2021 by Lisa Hübener

L’Oktoberfest di Monaco è la più grande Volksfest del mondo – e anche la più popolare. Ogni anno, circa sei milioni di visitatori da tutto il mondo si recano in pellegrinaggio nella capitale bavarese per vivere la festa simbolo della Germania. Ma quasi nessuno conosce le radici della Wiesn. 

Scopri dunque con noi questi utili consigli su come rendere il tuo Oktoberfest un successo. Mentre Monaco è fuori dai giochi quest’anno, a causa della pandemia, ecco tre alternative da considerare

Monaco

Oktoberfest: le origini della storia

Per celebrare il matrimonio tra il principe reggente Ludwig di Baviera, in seguito re Ludwig I, e la principessa Therese di Sassonia-Hildburghausen, la guardia nazionale bavarese, Andreas Michael Dall’Armi, pensò di commemorare l’evento con una corsa di cavalli. Il 17 ottobre 1819, 40.000 spettatori si radunarono dunque sulla Theresienwiese, più tardi chiamata così in onore della sposa, per assistere allo spettacolo. Fu un tale successo che divenne una ricorrenza annuale. Dal XIX secolo in poi, la celebrazione si sviluppò nell’Oktoberfest che tutti conosciamo e amiamo oggi, e le piccole bancarelle si trasformarono in grandi tendoni con le loro bande musicali e in cui si vendeva birra. 

Oggi, i visitatori possono scegliere tra circa 30 stand grandi e piccoli, che servono solo birra delle birrerie tradizionali di Monaco – Augustiner, Paulaner, Hofbräu e Löwenbräu – solo per citarne alcune. Oltre a godersi numerose giostre e montagne russe, gli ospiti possono assaporare anche piatti tradizionali come l’Hendl (un pollo arrosto speziato) o lo Schweinshaxe (prosciutto arrosto). Per celebrare il suo 200° anniversario, l’Oktoberfest è stato ampliato nel 2010 per includere Oide Wiesn, un’area dedicata alle origini dell’evento. 

Come fare del tuo Oktoberfest un successo

Sarai perfettamente alla moda con un paio di lederhosen o un con un dirndl elegante. Se decidi di indossare un dirndl, assicurati di capire bene come annodare il tuo fiocco: la posizione del nodo dice se sei single o fidanzato. Inoltre, porta con te solo ciò di cui hai veramente bisogno, dato che potresti rimanere presso gli stand tutto il giorno. Dal momento che ci si può aspettare un mix colorato di musica tradizionale per bande di ottoni, musica Schlager e musica pop, cerca di familiarizzare in anticipo con alcune canzoni e con i balli classici. La canzone Prost si impara in fretta e rende facile integrarsi con gli altri. 

Prima di arrivare, controlla anche il Wiesnbarometer, un sito web che mostra l’occupazione e i posti disponibili. Ogni stand ha un’atmosfera diversa: Augustiner Festhalle è il più tradizionale, mentre Hacker Festzelt attira una folla più giovane.

Una volta trovato il tuo posto, procedi con la prima ordinazione. Ma attenzione: la birra è più forte del solito e viene servita a litri. Tieni il boccale per il manico, tra il pollice e il resto delle dita. Puoi evitare di mettere troppo rapidamente la parola fine alla tua esperienza Oktoberfest, mangiando regolarmente. Con tutte le prelibatezze in offerta, non dovrebbe rappresentare un problema. Se vuoi provare un Weisswurst fresco (salsiccia tradizionale bavarese), fai in fretta! Di solito sono serviti solo fino a mezzogiorno e sono accompagnati da senape dolce e da un pretzel. Non dimenticare di dare la mancia alle laboriose cameriere di Wiesn. Alcune di loro sollevano 18 Maßkrüge alla volta! A proposito di potere femminile!  

L’Oktoberfest diventa internazionale

Monaco sta all’Oktoberfest come il weisswurst alla senape dolce. Tuttavia, anche se il festival è iniziato a Monaco, si è espanso in tutto il mondo.

La piccola città di Frankenmuth, Michigan, circa 152 km a nord di Detroit è un villaggio in stile bavarese che vede un afflusso di turisti tutto l’anno, specialmente durante l’Oktoberfest e il Natale. Come suggerisce il nome, la piccola città è stata fondata nel 1845 da immigrati provenienti dalla Franconia ed è scherzosamente chiamata la Piccola Baviera. Tra il 16 e il 19 settembre, si può vivere la 31esima edizione dell’appendice della festa, ufficialmente approvata dell’Oktoberfest di Monaco. Aspettati birra Oktoberfest importata dalla Hofbräuhaus di Monaco, costumi tradizionali e cibo tedesco-americano. Come extra speciale, puoi assistere a una gara annuale di bassotti.

Detroit

Anche Zurigo, in Svizzera, ha il suo Oktoberfest, con un giardino che ospita molti stand di birra. Dal 15 settembre al 9 ottobre, la sala principale della stazione centrale è decorata in blu e bianco bavarese per Züri Wiesn. Se si arriva in treno, basta fare pochi passi per essere accolti dall’odore di Hendl caldo e dalla musica tradizionale. Züri Wiesn ha un vantaggio decisivo rispetto agli altri Oktoberfest: puoi riservare un intero tavolo per te e i tuoi amici.

Zurigo
O’zapft is!: la tua guida all’Oktoberfest per principianti
In Svizzera, puoi trovare un Oktoberfest accattivante allo Züri Wiesn. Credit: Shutterstock

Che ne dici poi di una pinta di birra fredda in mano, sabbia sotto i piedi e una brezza fresca che ti scompiglia i capelli? Puoi avere tutto questo e molto di più all’Oktoberfest di Copenhagen, in Danimarca. La piccola isola di Amager, sulla costa danese, ospita ogni anno a settembre una festa che vanta decorazioni bianche e blu e costumi tradizionali a bizzeffe. Quest’anno si svolge dal 9 all’11 settembre e di nuovo dal 24 al 25 settembre. Anche se di dimensioni più ridotte rispetto ad altre feste – lo spazio ha solo una stand che ospita quasi 3.000 persone – la festa riesce comunque ad essere chiassosa e allegra, ed è gratuita. Tuttavia, qui bisogna indossare i costumi tradizionali. Le prenotazioni includono birra bavarese, bratwurst o schnitzel, pretzel e una grappa Underberg. 

Copenhagen

O’zapft is!