Ringiovanire

Benvenuti al sesto numero di The Window Seat. Questo mese, mentre l’inverno va terminando, usciamo dall’ibernazione per ringiovanire mente, corpo e anima.

Hai mai visto una spiaggia bella come questa? Credit: John Jason/Unsplash

Nizza: una guida della città

Dai caffè sul lungomare a location marittime da sogno: scopri la magia di questo gioiello della Costa Azzurra

Nizza è la porta d’ingresso alle meraviglie della Costa Azzurra, un luogo dove le acque cristalline baciano la sabbia dorata e i turisti giungono da tutto il mondo per ammirare le bellezze del passato e godersi la vivace scena notturna. 

Nizza è la seconda meta turistica della Francia soprattutto grazie alle sue meravigliose vetrine ombreggiate, al suo vivace lungomare, alla raffinatezza degli abitanti, ai bar e ai ristoranti di tendenza, ma anche perché funge da trampolino di lancio per scoprire famose città vicine, come Monaco, Cagnes Sur Mer, Cannes e le cittadine di Sanremo e Savona sulla costa genovese. 

La città incarna sia lo spirito italiano che quello francese, cosa che si può facilmente notare nella sua architettura e nel suo stile di vita. Questo raro ibrido trova espressione nelle strade del Vieux, il centro storico dove le casette all’italiana con le persiane alle finestre si mescolano al dialetto nizzardo (francese/italiano). Ricca di storia e arte, un tempo la città ha accolto artisti del calibro di Matisse, Renoir e Picasso. 

Rinfresca i bollori tra i freschi spruzzi delle fontane della Promenade du Paillon. Credit: Nick Karvounis/Unsplash

Ma con i suoi mercati gastronomici e i magnifici bistrot nascosti dietro ogni angolo, Nizza è anche il sogno di ogni buongustaio. 

Con un eccellente connubio tra il fascino di una città elettrizzante e il potere vivificante del mare, tra la magia dei palazzi storici e la semplicità dei caffè sul lungomare, godersi una pausa in città ha tutto un sapore diverso.

Dove mangiare

L’unione tra cultura francese e italiana naturalmente influenza anche il cibo. I piatti più comuni includono la socca (una focaccia senza glutine a base di farina di ceci venduta in tutta la città), i raviolis niçois (pasta ripiena di carne macinata e bietole), la soupe au pistou (zuppa di verdure fresche a foglia lunga, condite con un pizzico di pesto) e la tourte de blettes, una torta a base di uvetta e pinoli. 

I residenti, compresi gli chef professionisti, si recano al mercato di Cours Saleya per scegliere gli ingredienti con cui preparare le specialità fatte in casa. Classificato come uno dei migliori mercati della Francia dal Consiglio Nazionale delle Arti Culinarie, il Cours offre gli ingredienti più freschi della città, forniti dai produttori locali. Sotto ai tendoni a strisce delle bancarelle di frutta, verdura e formaggi biologici i clienti possono curiosare passeggiando tra le dalie e i gerani colorati. 

Se preferisci mangiare fuori, dai un’occhiata a Polly and Cie, uno dei locali più apprezzati per i noodles cinesi e il vitello fritto. Il concept store propone sempre un menù diverso, quindi non aspettarti di trovare ogni giorno gli stessi piatti. Il menù si basa sugli ingredienti di stagione per garantire sempre piatti freschi nel rispetto dell’ambiente. 

Pur celebrando i sapori francesi e italiani, dopotutto siamo in Francia, e Nizza rende onore alla cucina del sud. Tuttavia, se vuoi provare un vero piatto di pasta o non sei un amante dei sapori francesi, vai da Miamici, una trattoria tipica situata lungo il Boulevard Victor Hugo. Il ristorante usa esclusivamente ingredienti freschissimi, che si tratti di erbe aromatiche, olio d’oliva o verdure. Il menù è dominato dai classici della cucina italiana, come la burrata con la salsa di pomodoro, gli gnocchi al tonno e le tagliatelle con morbido guanciale. Avventurati fuori dalla tradizione provando il carpaccio di orata con semi di finocchio e melograno e il tataki di manzo alla ricotta. Gli interni contraddistinti da soffitti a trama, cuscini turchesi e carta da parati con stampe floreali conferiscono un’atmosfera rilassata ma elegante, perfetta per conversare davanti a un buon calice di vino. 

 Cosa fare

Come già detto, una delle attrazioni turistiche più popolari di Nizza è il mercato di Cours Saleya nel centro storico; un luogo ideale per trascorrere il tempo libero esplorando le miriadi di bancarelle dove gustare un boccone o acquistare un pratico souvenir, ad esempio qualcosa per fare colazione o un mazzo di fiori per la camera d’albergo. L’importante è arrivare prima delle 13:30, perché il mercato chiude all’ora di pranzo. 

Per un’esperienza unica, prendi il tram N. 1 che dal centro porta a La Gare du Sud, la stazione ferroviaria che oggi ospita diversi caffè, stand gastronomici e negozi di abbigliamento. Nell’ambito di un intervento di ristrutturazione del quartiere Liberation, la storica stazione è stata trasformata nella mecca dello shopping, mantenendo comunque i dettagli architettonici più suggestivi. Gli ospiti possono visitare la biblioteca o andare a caccia dell’ultimo blockbuster nel cineteatro che si trova all’interno.

Gli appassionati d’arte possono recarsi al Musée Matisse nel quartiere di Cimiez, dove sono custodite molte opere di Henri Matisse. Il famoso pittore e scultore ha utilizzato diverse tecniche artistiche, tutte rappresentate nel museo che porta il suo nome. Dai disegni alle sculture, dai dipinti ai decoupage, potrai ammirare tutte le sue opere in questa affascinante villetta genovese. Matisse visse una grande storia d’amore con Nizza (visitò per la prima volta la cittadina costiera nel 1917) e vi rimase per tutto il resto della sua esistenza. Visita la sua tomba al Monastere Notre Dame de Cimiez, situato a due passi dal museo.

Gli amanti della musica dovrebbero fare una sosta anche al The Electric Monk, un bizzarro negozio di dischi situato lungo Rue Alberti, che vende vinili vintage e da collezione di artisti del calibro di Madonna, The Smiths, Vanessa Paradis e Grace Jones. È un locale audace e vecchio stampo che ti farà tornare indietro nel tempo.

Dove dormire 

Ibis Styles Nice Centre Gare

Per un soggiorno economico, scegli un hotel semplice e accessibile, come il radioso Ibis Styles Nice Centre Gare dotato di letti comodi, docce pulite e incantevoli panorami sul centro città. L’hotel è decorato con sprazzi di colore verde e rosa fluo e presenta varie palme e sculture in stile pop art. 

Residhome

Un’altra opzione è soggiornare in un cosiddetto “aparthotel”, una struttura dotata di appartamenti o monolocali con balcone privato, terrazza, cucina e perfino la colazione a buffet gratuita. Residhome dispone di una serie di appartamenti, tutti vicino alla Promenade des Anglais, considerata il cuore della città.

Le Negresco 

Se vuoi strafare pur rimanendo sotto ai 200 euro a notte, considera la possibilità di soggiornare in un “palazzo” sontuoso come Le Negresco, l’hotel più famoso di Nizza situato proprio sulla Promenade des Anglais. La location maestosa e adorabilmente kitsch è un gioiello della Costa Azzurra e offre anche l’accesso a una spiaggia privata. Goditi la grandiosa atmosfera di un capolavoro della Belle Epoque pieno di oggetti d’antiquariato risalenti a una fiera del XVIII secolo. Tanto per farti sapere che ti troverai in buone mani, un tempo anche i Beatles, Salvador Dalí e Grace Kelly hanno onorato i suoi corridoi con la loro presenza.