La tua guida Local di

FIRENZE

Coast to Costans
Due inguaribili viaggiatori amanti dell'Asia e dei tramonti, vi portano a conoscere la loro città, una delle più belle al mondo.

Prossima partenza? Firenze

Questa è la vostra prima volta a Firenze? Una cosa è certa: ve ne innamorerete, al punto da programmare il vostro prossimo viaggio in questa città appena finirà la vostra visita. Firenze è tutta da esplorare con il suo fascino classico e senza tempo.

Firenze come un Local: i dintorni della stazione

Scritto da
Laura Masi

Arrivare a Firenze in treno e autobus

Firenze è una città ben collegata dal punto di vista dei trasporti. Se vi trovate in Italia, vi consiglio di cercare la miglior offerta per un viaggio in treno con Omio. Infatti la città è servita da una sola stazione ferroviaria: Firenze Santa Maria Novella.
Consiglio: la stazione si trova proprio in centro città, basta attraversare la strada per visitare subito la chiesa di Santa Maria Novella, da cui la stazione prende il nome. Se preferite muovervi con i bus non ci sono problemi: la stazione degli autobus è proprio accanto a quella dei treni!

Arrivare a Firenze in aereo

L’aeroporto di Firenze si chiama “Amerigo Vespucci” e qui vi atterrano molte compagnie come Alitalia, Lufthansa e Vueling. Al momento il modo migliore per raggiungere e per muoversi dall’aeroporto è il servizio navetta “Vola in bus” che collega la stazione Busitalia, nei pressi della stazione di Firenze, con l’aereoporto. Il biglietto lo potete acquistare a bordo al prezzo di 6€ sola andata o 10€ andata e ritorno. Il viaggio dura circa 20 minuti e la frequenza del bus è ogni 30 minuti.
Consiglio: tenete bene a mente che potete decidere di atterrare anche a Pisa. È molto facile muoversi da e per Pisa e molte compagnie low-cost atterrano qui, come easyJet o Ryanair. Ci sono molti bus che vi porteranno comodamente dall’aeroporto di Pisa sino alla stazione di Firenze. Il costo del biglietto si aggira intorno ai 10€ ed il tempo di viaggio è di circa un’ora. In alternativa, dall’aeroporto di Pisa potete raggiungere la stazione dei treni e prenderne uno per Firenze. Sia il costo del biglietto che il tempo di percorrenza sono equiparabili, in questo caso tenete solo a mente che per raggiungere la stazione dall’aeroporto di Pisa impiegherete circa 15 minuti con il bus urbano.

 

 

A Firenze in bicicletta

Un post condiviso da Laura Masi (@ruberry) in data:



 

Firenze in 2 giorni

Giorno 1. Passeggiare per Firenze
La cosa che suggerisco sempre è quella di concedersi una bella passeggiata tra i monumenti più importanti: Il Duomo, il Campanile, Palazzo Vecchio, Palazzo Pitti, Ponte Vecchio. Concedetevi una camminata di esplorazione: entrate in tutti i luoghi che vi suscitano curiosità, perdetevi tra i vicoli, soffermatevi a lungo ad ammirare la bellezza dei monumenti.

* Pranzo da Nerbone
Volete mangiare come un fiorentino? Non potete perdervi il “panino al lampredotto” da Nerbone, all’interno del Mercato Centrale, nascosto in un angolo sull’anello esterno del mercato. Il lampredotto è uno dei quattro stomaci dei bovini, fatto bollire per tantissime ore, anche più di otto. È un piatto povero tipico della cucina toscana: i popolani che non potevano permetterselo consumavo gli scarti delle carni trattate dai macelli. Ma se questo sapore per voi è troppo forte potete sempre optare per un piatto di pasta e un bicchiere di vino locale toscano. Potreste dover stare in fila un po’ perché è molto popolare, ma l’attesa merita.
* Grande Opera del Duomo
Di questo grande complesso fanno parte la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, la Cupola di Brunelleschi, il Campanile di Giotto, Santa Reparata e il Museo del Duomo. È possibile accedere a tutti questi momenti con un unico biglietto dal costo di 15€ valido per 48 ore dal momento del primo accesso. Ricordatevi che si deve prenotare l’orario di visita alla Cupola, quindi controllate bene che sia disponibile l’orario in cui volete andare.
* Aperitivo con Negroni e cena da vero fiorentino
In Italia ormai da molti anni vi è la moda dell’aperitivo. Io vi consiglio di assaggiare un Negroni: un cocktail nato proprio a Firenze per opera del Conte Camillo Negroni, un uomo vivace, ribelle, un grande viaggiatore. Un locale che a me piace molto per l’aperitivo è Santa Rosa Bistrot. E dopo? Si va a cena. Il Brindellone è una classica trattoria fiorentina, frequentata da fiorentini. Tanti i piatti tipici della tradizione da mangiare qui: la ribollita (la zuppa di verdura con il pane), i coccoli (pasta di pane fritta) con prosciutto e stracchino, i fiori di zucca fritti, il risotto con il lampredotto. La vera regina di questo locale è però la bistecca alla fiorentina. Alta sette centimentri, cotta alla perfezione, morbida che si scioglie in bocca. Non vi nego che buona come al Bridellone io non l’ho mai mangiata! La bistecca si mangia accompagnata dal vino rosso: qui è a consumo, ovvero vi porteranno a tavola il fiasco e pagherete in base a quanto ne bevete. Il locale è sempre affollato, quindi vi consiglio di prenotare con molto anticipo.

Giorno 2. Visita agli Uffizi
So bene che in molti vengono a Firenze con l’intento di godersi una bella visita alla Galleria degli Uffizi. Io vi consiglio di acquistare preventivamente i biglietti sul sito internet e prenotare l’orario di visita per evitare lunghe file di attesa. La galleria è molto grande e ci sono tanti, tantissimi quadri da vedere. Secondo me, una buona visita alla galleria degli Uffizi richiede dalle 2 alle 3 ore. Il biglietto costa 28 euro.
* Panino all’Antico Vinaio.
Non ha bisogno di presentazioni: é lo street food più famoso di Firenze e d’Italia. La schiacciata qui è un’istituzione, i salumi sono da leccarsi i baffi. Qui troverete i salumi tipici della tradizione toscana. Schiacciata e bicchiere di vino, un classico senza tempo.

* Palazzo Vecchio
Uno dei miei posti preferiti di Firenze è sicuramente Palazzo Vecchio, il palazzo comunale cuore della vita politica e culturale della cittá. I suoi soffitti finemente lavorati, il salone dei 500 e la bellissima vista dalla Torre di Arnolfo vi lasceranno senza fiato. Costo del biglietto 14 euro per il museo e la torre.
* Un saluto da Piazzale Michelangelo
Due giorni a Firenze sono volati e cosa c’è di meglio che salutare la città dal suo punto panoramico più bello? Dalla stazione con l’autobus 12 o 13 raggiungete facilmente Piazzale Michelangelo: una vera e propria terrazza sulla città. Divertitevi a riconoscere i posti che avete visitato e segnatevi quelli da visitare la prossima volta. Se volete essere ancora più romantici non potete non godervi il tramonto da qui.